Cause innaturali - Patricia Cornwell

Molti di voi, cari avventori del Thriller Café, saranno contenti di salutare il ritorno di Kay Scarpetta, celeberrima anatomo-patologa forense, creata dal genio di Patricia Cornwell, una delle antesignane del forensic crime, che torna in libreria con il suo “Cause innaturali”, edito da Mondadori (traduzione di Sara Crimi e Laura Tasso).

Tra i boschi della Virginia è avvenuto un efferato duplice omicidio, dai contorni piuttosto misteriosi, visto che i cadaveri sono state ferocemente seviziati post-mortem e fatti ritrovare nei pressi di una vecchia miniera d’oro, ormai abbandonata. Le vittime, inoltre, sono a loro volta pericolosi criminali, sotto indagine, non solo da parte dell’FBI, ma anche del Servizio Segreto statunitense. Pare che appartengano a un gruppo terroristico con ramificazioni internazionali e collegamenti con Russia e Cina. Così, quando Kay Scarpetta giunge sul luogo del crimine, ritrova decine di agenti di ogni tipo di polizia, oltre agli immancabili giornalisti d’assalto. Saranno le sue indagini a svelare i legami di questi omicidi con altre morti avvenute nel passato e mai completamente risolte.

Ci sono quindi tutti gli ingredienti di partenza per una delle usuali avventure mozzafiato che hanno per protagonista Kay Scarpetta. Peccato però che in questo caso il plot stenti abbastanza a decollare: il romanzo manca di una struttura narrativa forte, con una vicenda portante, e si perde ben presto in una serie di micro-storie secondarie abbastanza lente e con poco ritmo. Come se, a fronte di un soggetto ben individuato e descritto, un pericoloso presunto attacco terroristico nei boschi della Virginia, la Cornwell non abbia voluto costruire attorno a questo una storia principale, ma abbia accostato tanti piccoli episodi che paiono più in linea con una serie televisiva che con un film, per usare una metafora cinematografico-televisiva. Purtroppo, il risultato è che vi sono diverse parti del libro che fanno fatica a scorrere e che risultano non propriamente brillanti. Tutto questo, nonostante la scrittura della Cornwell sia come al solito perfetta, i dialoghi bene impostati e i personaggi ottimamente tratteggiati.

E i temi da mettere in evidenza non mancano certamente. Su tutti il terrorismo internazionale e, più in generale, le crescenti tensioni geopolitiche che minano la sicurezza del nostro pianeta. La Russia e la sua volontà di turbare la tranquillità delle popolazioni occidentali, ma anche il protagonismo della Cina in questo senso. Ovviamente gestiti in una logica un po’ semplificata, come è ovvio che avvenga in casi come questo. E poi tanta tecnologia, che la Cornwell a dire il vero ha sempre molto considerato nelle sue opere. Ma se prima c’era più attenzione per microscopi e materiali biologici, come è ovvio che sia per un’anatomo-patologa, oggi c’è anche molto software, reti, connessioni Internet e così via. Non manca chiaramente l’intelligenza artificiale, né gli avatar, in questo continuo rimbalzo tra realtà concreta e realtà virtuale, tema che oggi sembra difficile non fotografare anche nei romanzi thriller.

Da questo punto di vista, non pare che la Cornwell sia molto tenera nei confronti di quanto le nuove tecnologie propongono all’umanità. Anzi, neanche troppo velatamente, in diversi passaggi di “Cause innaturali” (titolo ripreso fedelmente dall’originale), a cominciare dal titolo stesso, sembra che l’autrice americana voglia metterci in guardia da una possibile distorsione della nostra natura, come se l’eccessiva fiducia che abbiamo riposto nello sviluppo tecnologico possa finire per prepararci a orizzonti quasi mostruosi. Che infatti ci erano preannunciati fin dalla citazione collocata all’esordio dell’opera, tratta da “Frankestein” di Mary Shelley: “Ero dunque un mostro che macchiava la faccia della Terra e da cui tutti fuggivano e che tutti ripudiavano?” Tema straordinariamente attuale e molto interessante, che forse un intreccio con un po’ più di verve avrebbe potuto più efficacemente rappresentare.

Compra su Amazon

Sconto di 1,13 EUR
Cause innaturali
538 Recensioni
Cause innaturali
  • Cornwell, Patricia D. (Autore)

Articolo protocollato da Giuliano Muzio

Sono un fisico nato nel 1968 che lavora in un centro di ricerca. Fin da piccolo lettore compulsivo di tante cose, con una passione particolare per il giallo, il noir e il poliziesco, che vedo anche al cinema e in tv in serie e film. Quando non lavoro e non leggo mi piace giocare a scacchi e fare attività sportiva. Quando l'età me lo permetteva giocavo a pallanuoto, ora nuoto e cammino in montagna. Vizio più difficile da estirpare: la buona cucina e il buon vino. Sogno nel cassetto un po' egoista: trasmettere ai figli le mie passioni.

Giuliano Muzio ha scritto 130 articoli:

Libri della serie "Kay Scarpetta"

Cause innaturali – Patricia Cornwell

Cause innaturali – Patricia Cornwell

Molti di voi, cari avventori del Thriller Café, saranno contenti di salutare il ritorno di Kay Scarpetta, celeberrima anatomo-patologa forense, creata dal genio di Patricia Cornwell, una delle antesignane del forensic crime, che torna in […]

Livore – Patricia Cornwell

Livore – Patricia Cornwell

Una strana indagine attende Kay Scarpetta nel pomeriggio del giorno stesso in cui ha testimoniato in un processo roboante, rovesciandone le sorti. La sua ventiseiesima indagine ha un titolo emblematico, Livore, inteso come risentimento, non […]

Caos – Patricia Cornwell

Caos – Patricia Cornwell

Con buona regolarità e ottima puntualità Mondadori pubblica, nella collana Omnibus, Caos, il nuovo romanzo di Patricia Cornwell. Sale quindi a ventiquattro il numero di titoli dedicati a Kay Scarpetta, un personaggio che ci accompagna […]

Cuore depravato – Patricia Cornwell

Cuore depravato – Patricia Cornwell

Mondadori si prepara a portare nelle migliori librerie italiane Cuore depravato di Patricia Cornwell, nuovo capitolo nelle sempre emozionanti indagini di Kay Scarpetta, il personaggio più famoso e amato uscito dalla mente della scrittrice americana, […]

Carne e sangue – Patricia Cornwell

Carne e sangue – Patricia Cornwell

Segnalazione di inizio settimana per Carne e sangue, nuovo romanzo di Patricia Cornwell uscito da qualche giorno per Mondadori con traduzione di A. Biavasco e V. Guani. Si tratta del ventiduesimo episodio (sia in italiano […]

Polvere – Patricia Cornwell

Polvere – Patricia Cornwell

E con questo sono ventuno: cifra di tutto rispetto, quella a cui giunge Kay Scarpetta con Polvere, nuovo romanzo di Patricia Cornwell in uscita sul mercato italiano a breve distanza dall’edizione americana (Dust, 2013). L’anatomopatologa […]

Letto di ossa – Patricia Cornwell

Letto di ossa – Patricia Cornwell

Fan di Kay Scarpetta, gioite! Esce infatti in questi giorni il nuovo romanzo di Patricia Cornwell con protagonista la celebre anatomopatologa: Letto di ossa. Ventesimo episodio della serie (il precedente s’intitolava Nebbia rossa), Letto di […]

Nebbia Rossa – Patricia Cornwell

Nebbia Rossa – Patricia Cornwell

Segnaliamo oggi l’uscita del nuovo romanzo di Patricia Cornwell, Nebbia Rossa, edito da Mondadori e di prossima presentazione con l’autrice qui in Italia a fine mese. Il libro appartiene alla serie di Kay Scarpetta, ormai […]

Autopsia virtuale – Patricia Cornwell

Autopsia virtuale – Patricia Cornwell

E’ passato molto tempo dall’ultima volta che ho letto un libro di Patricia Cornwell, a dire il vero neanche ricordo quanto. Se dovessero interessarvi i motivi di questo allontanamento da una scrittrice che molto ha […]

La fabbrica dei corpi – Patricia Cornwell

La fabbrica dei corpi – Patricia Cornwell

Tornano gli incipit su ThrillerCafé: oggi, La fabbrica dei corpi, di Patricia Cornwell. Davanti alla mia finestra ombre di cervi balenavano al limitare della scura boscaglia, mentre il sole faceva capolino dal confine della notte. […]

Kay Scarpetta – Patricia Cornwell

Kay Scarpetta – Patricia Cornwell

Kay Scarpetta: Patricia Cornwell intitola semplicemente così il suo ultimo thriller (in inglese, solo Scarpetta), un libro che ha per protagonista l’anatomopatologa più famosa della letteratura mondiale. Chi segue il blog da tempo sa che […]