Marco Malvaldi ha scritto da qualche mese un’altra avventura dei vecchietti del BarLume. Si chiama “La morra cinese” ed esce come al solito per l’editore Sellerio. Se qualcuno si appassiona alla genesi dei titoli, dico subito che in questo caso si fa riferimento al celeberrimo gioco che si fa con le mani, alle quali si può dare la forma di forbici, foglio o sasso. Nel gioco, ognuna di queste forme vince con una della altre due e perde con l’altra, in una situazione in cui non esiste una condizione dominante, ma si assiste a una sorta di equilibrio tra le parti.
Tutto ciò è molto simile a quello che succede a Pineta. Nella nota località nella quale si trova il BarLume, c’è stato infatti un cambio di giunta e la nuova Amministrazione intende dare il via a un nuovo progetto di “sviluppo edilizio”, che però trova ostilità in una parte dei cittadini. Nel pieno di questo scontro, uno studente della Normale precipita da una finestra del Comune e fin da subito ci sono fondati sospetti che fanno ritenere che il ragazzo non si sia suicidato, ma come si diceva alcuni anni fa per una nota vicenda di cronaca politica, “sia stato suicidato”. Anche questa volta saranno i vecchietti del BarLume, con l’aiuto del barista Massimo, a dare un certo contributo alla soluzione della vicenda, indirizzando la vice-questora Alice verso la pista che si rivelerà decisiva.
La storia, come ci hanno abituato le avventure del BarLume, fila via liscia come l’olio, con il consueto corredo di personaggi che sono contemporaneamente assolutamente realistici, ma anche simpaticamente stravaganti, come lo studente Mastromartino, vittima del delitto, la cui vicenda è costruita retrospettivamente da Alice o il conte Valdemaro Serra Catellani, vecchietto arzillo, spiantato ex-nobile, arguto nei giudizi, svogliato nelle attività, coltivatore di cannabis per uso personale (uso massiccio, verrebbe da dire). Non ci sono appesantimenti, ma nello stesso tempo c’è la ricchezza di contenuti che serve per dare sale al racconto.
E come ogni vicenda dei vecchietti del BarLume, grattando sotto la superficie della leggerezza, affiora la serietà di molti temi che interessano l’Italia contemporanea: dalla facilità con la quale si avviano le speculazioni edilizie in luoghi naturali che dovrebbero essere fruiti dalla collettività, alla protervia con la quale pubblici ufficiali piegano a interessi assolutamente privati la loro funzione, fino alla crescita progressiva e inesorabile del carico fiscale che grava in particolare sulle piccole attività (come il BarLume). Il tutto accompagnato, qua e là, dalla graffiante ironia con la quale Malvaldi ci fornisce qualche flash su situazioni che dovrebbero essere normali, ma normali non sono per nulla. SI veda per esempio l’esilarante (o tragica?) descrizione del Professore della Scuola Normale, che sotto la parvenza di illustre accademico nasconde un’anima da squalo che farebbe invidia a un trader di Wall Street. O la carrellata di improbabili dipendenti comunali che affogano le loro frustrazioni in piccole rivalse meschine e al confine del ridicolo, utilizzando miseri espedienti burocratici per occupare il loro tempo.
In fondo, l’Italia di Malvaldi è quella che incontriamo tutti i giorni nelle nostre piccole consuete attività. Ricca di contraddizioni, pregiudizi, cattive abitudini, ma anche capace di essere orgogliosa, creativa e di saper riemergere quando meno te l’aspetti. Un Paese che non ha più nessuna fiducia nei propri rappresentanti politici, nelle isitituzioni, nell’autorità e che però sarebbe di per sé ricca di senso civico, di voglia di fare, di intraprendenza, se solo sapesse agire un po’ più come una comunità, anziché come una slegata accozzaglia di individui, proprio come fanno i vecchietti del BarLume, che dal loro essere uniti nella diversità traggono la loro forza.

Compra su Amazon

Sconto di 0,75 EUR

Articolo protocollato da Giuliano Muzio

Sono un fisico nato nel 1968 che lavora in un centro di ricerca. Fin da piccolo lettore compulsivo di tante cose, con una passione particolare per il giallo, il noir e il poliziesco, che vedo anche al cinema e in tv in serie e film. Quando non lavoro e non leggo mi piace giocare a scacchi e fare attività sportiva. Quando l'età me lo permetteva giocavo a pallanuoto, ora nuoto e cammino in montagna. Vizio più difficile da estirpare: la buona cucina e il buon vino. Sogno nel cassetto un po' egoista: trasmettere ai figli le mie passioni.

Giuliano Muzio ha scritto 132 articoli:

Libri della serie "I delitti del BarLume"

La morra cinese – Marco Malvaldi

La morra cinese – Marco Malvaldi

Marco Malvaldi ha scritto da qualche mese un’altra avventura dei vecchietti del BarLume. Si chiama “La morra cinese” ed esce come al solito per l’editore Sellerio. Se qualcuno si appassiona alla genesi dei titoli, dico […]

Bolle di sapone – Marco Malvaldi

Bolle di sapone – Marco Malvaldi

Marco Malvaldi nasce a Pisa nel 1974 e dopo aver conseguito la laurea in Chimica ha ricoperto il ruolo di assegnista di ricerca presso la stessa Università di Pisa. Ha esordito nella narrativa nel 2007 […]

A bocce ferme – Marco Malvaldi

A bocce ferme – Marco Malvaldi

L’estate thriller 2018 non si fa mancare proprio nulla e con A bocce ferme di Marco Malvaldi aggiunge al già ricco e complesso mix di titoli che allieteranno le nostre ferie anche qualche risata e […]

Sei casi al BarLume – Marco Malvaldi

Sei casi al BarLume – Marco Malvaldi

Sellerio Editore ha deciso di creare un po’ d’ordine nell’ormai significativa e abbondante bibliografia di Marco Malvaldi e pubblica Sei casi al BarLume, una raccolta di racconti del bravo autore pisano comparsi precedentemente in varie […]

La battaglia navale – Marco Malvaldi

La battaglia navale – Marco Malvaldi

Con La battaglia navale Sellerio Editore arriva a pubblicare il sesto romanzo della serie dei vecchietti del BarLume creata da Marco Malvaldi, che continua a proporci la sua raffinata e ben congegnata miscela di crimini, […]

La tombola dei troiai – Marco Malvaldi

La tombola dei troiai – Marco Malvaldi

Marco Malvaldi ci ha ormai abituati da tempo a una narrativa di ottimo livello e a una idea di giallo lontana sia dalle mode del momento che da molte delle pratiche comuni ad alcuni degli […]

Il telefono senza fili – Marco Malvaldi

Il telefono senza fili – Marco Malvaldi

Intitolato Il telefono senza fili, il nuovo romanzo di Marco Malvaldi edito da Sellerio riporta all’attenzione dei lettori che le hanno amate le avventure dei vecchietti del BarLume di Pineta diventati famosi per il loro […]