o come omicidio - graftonO come omicidio appartiene alla serie dedicata a Kinsey Millhone. Con questo incipit ThrillerCafe.it vuole omaggiare Sue Grafton che sarà nominata Grand Master per il 2009 dalla Mystery Writers of America, una delle scrittrici più capaci nel filone PI e che con romanzi come C come cadavere ha vinto Shamus e Anthony Award.

L’ espressione latina pro bono, come un qualsiasi avvocato vi potrebbe confermare, tradotta alla buona significa per imbecilli e si riferisce a un lavoro svolto senza retribuzione. Non che io eserciti l’avvocatura, ma di solito sono abbastanza furba da evitare di regalare le mie prestazioni. Nel caso in questione il mio cliente era in coma, e la cosa rendeva problematico il saldo del conto. Naturalmente si potrebbe considerare la questione da tutt’altro punto di vista. Ogni tanto riaffiora lo strascico di una vecchia storia, un punto nell’agenda della vita che pensavate di aver liquidato da anni. All’improvviso ricompare in cima alla pagina ed esige tutta la vostra attenzione, nonostante vi troviate del tutto impreparati ad affrontarlo.
Prima arrivò la telefonata di uno sconosciuto, poi saltò fuori una lettera spedita quattordici anni prima. Fu così che scoprì di aver commesso un grave errore di valutazione e rischiai la vita nel tentativo di porvi rimedio.
Avevo appena concluso un grosso lavoro, ero esausta e avevo rimpolpato il conto in banca, non ero quindi dell’umore di accollarmi subito altri impegni. Mi ero prefissata uno stacco, magari un viaggio in un posticino economico, dove poter poltrire al sole a leggere l’ultimo romanzi di Elmore Leonard sorseggiando un cocktail al rhum, con l’ombrellino di carta infilzato in pezzo di frutta. A tal punto di vertiginosa ricercatezza si sospingono le mie fantasie, di questi tempi.
La telefonata arrivò alle otto in punto di lunedì mattina 19 maggio, mentre ero in palestra. Avevo ricomincato a fare un pò di sollevamento pesi il lunedì, il mercoledì e il venerdì mattina, dopo la corsa quotidiana delle sei. Non so cosa mi avesse spinto a ricominciare dopo due anni di interruzione, ma aveva probabilmente a che fare con l’idea della morte, in particolare la mia.

L’incipit de O come omicidio è stato suggerito da *Asgaroth

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: