Torna nuovamente in libreria lo scrittore romano Antonio Manzini e lo ritroviamo con una nuova avventura del suo personaggio più famoso: Rocco Schiavone.

Nonostante in Vecchie conoscenze (Sellerio, 2021) il vicequestore sembrava essere sul punto di “mollare tutto” anche noi lettori, perché stanco dei troppi abbandoni e deluso da un “mondo” che non riconosceva più, eccolo nuovamente qui.

Recensisco, infatti, ora per voi di Thriller Café Le ossa parlano (Sellerio, 2022) che, come era prevedibile, appena uscito è già schizzato in vetta alle classifiche di vendita e di gradimento.

Rocco Schiavone sembra ormai sul punto di “voltare pagina” su due vicende dolorose e laceranti della sua vita. Infatti è stata ormai accertata, in tribunale, la scomoda e inquietante verità sul caso Mastrodomenico e lui è riuscito, con lo strazio nel cuore… sì ma è riuscito, a vendere l’attico di Monteverde dove visse la sua straordinaria e indimenticabile storia d’amore con la moglie Marina.

Ma non c’è un attimo di tregua per il nostro Rocco perché viene richiamato nell’immediato ad Aosta per indagare sul ritrovamento nel bosco valdostano di Saint-Nicolas di alcune ossa umane. La competente, quanto stravagante, Michela Gambino (della scientifica) riuscirà a scoprire che quelle ossa sono tutto ciò che rimane di un bambino di circa dieci anni. Il piccolo è stato barbaramente ucciso dopo aver probabilmente subito una violenza. Si scoprirà ben presto che i “poveri resti” appartenevano a Mirko Sensini che dopo essere stato visto seduto su un muretto davanti alla sua scuola di Ivrea, è sparito nel nulla.

Il nostro vicequestore avrà bisogno di canne supplementari (neanche poi tanto fumate di nascosto) per far luce su questa vicenda che lo porterà a scontrarsi con il feroce e schifoso mondo della pedofilia in rete. E lui che, come si sa, somatizza tutte le situazioni perché come un moderno Atlante porta tutto sulle spalle e si sente responsabile anche quando non lo è, si domanderà più volte: «Chi sono “i mostri”? Chi può giungere a tanto?»

«Professori, impiegati, operai, dai 20 ai 60 anni, il tuo vicino di casa, il salumiere che ogni mattina sorride e ti serve un etto di prosciutto, il postino, il direttore di banca che non ti concede il mutuo. Sposati, con figli, celibi, vedovi, single, divorziati. Tutto e niente. […] una massa grigia di insospettabili senza occhi né volto, un corpo confuso, nebbioso, senza forma. Come lo affronti?»

E Schiavone lo affronterà, a costo di non dormirci la notte, insieme a tutta la sua squadra costituta da uomini imperfetti e pieni di contraddizioni, ma difesi dal loro capo (imperfetto tra gli imperfetti) come farebbe un padre che dei propri figli accetta anche i difetti…

Quella che dovrà affrontare Rocco Schiavone in Le ossa parlano è una storia che reclama giustizia e verità, che indigna, che richiederebbe l’intervento di “Supereroi” come quelli tanto amati dal piccolo Mirko. Ma il nostro vicequestore è, in realtà, un anti-eroe: rude, ruvido e un po’ stropicciato come il suo loden. È comunque simpatico ai lettori perché Manzini ha creato un personaggio che è paragonabile a uno di noi. La sua vita, dal passato poco glorioso e dal futuro piuttosto incerto, è costellata da piccoli successi e da grandi fallimenti. E lui vive (anzi sopravvive), si dedica anima e corpo alle indagini, s’incazza il giusto perché come si sa è insofferente alle “rotture”, ma ci mette sempre la faccia, si sporca le mani, affonda i piedi nel fango e ci lascia lì a guardare come riuscirà ad affrontare un ennesimo abbandono.

«L’abbandono, quello temeva da sempre. E più lo temeva, più la vita lo puniva. Amici, amori, famiglia, affetti sembravano allontanarsi da lui come calamite di segno opposto. Non sapeva come interrompere questa catena, si sentiva impotente e preda della crudeltà del destino.»

Infatti anche questa volta Schiavone è messo alla prova con amici che vanno e amici che tornano, con amori che vogliono essere lasciati liberi e con quelli che reclamano prepotenti un loro spazio.

Con una scrittura semplice, ma fluida e dinamica e con una narrazione in terza persona Le ossa parlano ci porta ad affrontare anche il tema dei “figli”: desiderati e mai avuti (nonostante si sia fantasticato più volte sul loro nome); quelli putativi come il giovane Gabriele (che Rocco dovrà imparare a lasciar andare) o come la squadra sgangherata (che senza la sua guida non sa ancora camminare da sola); quelli pelosi partoriti dalla cagnetta Lupa ed infine quelli vittime di maledetti mostri che urlano richieste di aiuto perché nessuno più debba subire ciò che ha subito il piccolo Mirko.

Antonio Manzini, straordinario come sempre, ci ha regalato un’altra storia avvincente, ricca di umanità e pregna di forti emozioni, che ci coinvolge dalla prima all’ultima pagina e poi ci lascia lì a guardare un uomo girato di schiena che si allontana, con il suo loden, con le mitiche Clarks e con uno sbuffo di fumo che volteggia nell’aria. Tornerai Rocco Schiavone? Io spero di si…

Compra su Amazon

Sconto di 0,75 EUR
Le ossa parlano
7.882 Recensioni
Le ossa parlano
  • Manzini, Antonio (Autore)

Articolo protocollato da Luisa Ferrero

Mi chiamo Luisa Ferrero, sono nata a Torino e vivo a Torino. Dopo una laurea in Materie Letterarie ho ricoperto il ruolo, per tre anni, di assistente ricercatore presso l’Università degli Studi di Torino e ho poi, successivamente, insegnato nella scuola per oltre trent’anni. Divoro libri di ogni genere anche se ho una predilezione per i gialli, i thriller e i noir. Le altre mie passioni sono: il cinema, il teatro, il mare, la mia gatta e la compagnia degli amici... Di recente mi sono approcciata anche alla scrittura partecipando a numerosi corsi di scrittura creativa. Il mio racconto giallo "Un, due, tre… stella!" è stato inserito nell’antologia crime "Dieci piccoli colpi di lama" - Morellini Editore (luglio 2022) e il mio romanzo d’esordio "Cicatrici", finalista alla quinta edizione del concorso "1 giallo x 1000", è stato pubblicato il 31 marzo 2023 da 0111 Edizioni. Ah, dimenticavo... dal 2016 sono non vedente ma questo, in realtà, non è un problema in quanto per dirla come Antoine de Saint-Exupéry "l’essenziale è invisibile agli occhi".

Luisa Ferrero ha scritto 110 articoli:

Libri della serie "Rocco Schiavone"

Riusciranno i nostri eroi a trovare l’amico misteriosamente scomparso in Sud America – Antonio Manzini

Riusciranno i nostri eroi a trovare l’amico misteriosamente scomparso in Sud America – Antonio Manzini

Il vicequestore Rocco Schiavone è in viaggio. Un aereo, infatti, lo porterà insieme al suo amico Brizio dall’altra parte del mondo. È troppo tempo che non hanno notizie di Furio, il terzo amico della combriccola. […]

ELP – Antonio Manzini

ELP – Antonio Manzini

Ed eccoci giunti al dodicesimo episodio della serie di Rocco Schiavone. Troviamo il “nostro” che, da una parte è positivamente incuriosito dalle manifestazioni dei “disobbedienti” dell’ELP (acronimo che sta per Esercito di Liberazione del Pianeta), […]

Le ossa parlano – Antonio Manzini

Le ossa parlano – Antonio Manzini

Torna nuovamente in libreria lo scrittore romano Antonio Manzini e lo ritroviamo con una nuova avventura del suo personaggio più famoso: Rocco Schiavone. Nonostante in Vecchie conoscenze (Sellerio, 2021) il vicequestore sembrava essere sul punto di […]

Vecchie conoscenze – Antonio Manzini

Vecchie conoscenze – Antonio Manzini

Antonio Manzini, romano, è un attore, sceneggiatore, regista e scrittore italiano. È del 2005 il suo primo romanzo Sangue marcio (Fazi Editore) che dà l’avvio ad una prolifica produzione, tutta di successo. Bisogna giungere fino al […]

Ah l’amore l’amore – Antonio Manzini

Ah l’amore l’amore – Antonio Manzini

Oggi al Thriller Café parliamo del nono e ultimo episodio di una serie seguitissima, quella del Vicequestore Rocco Schiavone: è uscito da poco, per Sellerio, Ah l’amore l’amore di Antonio Manzini. Ma voi ve lo […]

Rien ne va plus – Antonio Manzini

Rien ne va plus – Antonio Manzini

Sellerio pubblica Rien ne va plus di Antonio Manzini, volume che, contando anche racconti, raccolte e in sostanza tutto quel che è stato pubblicato sul personaggio, è classificato come il dodicesimo della serie del vicequestore […]

Fate il vostro gioco – Antonio Manzini

Fate il vostro gioco – Antonio Manzini

Il vicequestore Rocco Schiavone torna protagonista in casa Sellerio con il recente Fate il vostro gioco, come di consueto scritto da Antonio Manzini. Per l’ennesima volta il thriller, noir e poliziesco ribadiscono non solo la […]

L’anello mancante – Antonio Manzini

L’anello mancante – Antonio Manzini

Ne L’anello mancante, raccolta di cinque opere brevi di Antonio Manzini, pubblicata recentemente da Sellerio, è importante sottolineare l’aggettivo presente nel titolo, in quanto la casa editrice palermitana ci offre per la seconda volta un’antologia […]

7-7-2007 – Antonio Manzini

7-7-2007 – Antonio Manzini

Dopo il sostanzioso “antipasto” offertoci a inizio anno, ecco che Sellerio prepara la portata principale per tutti i lettori di Antonio Manzini con 7-7-2007, nuovo capitolo delle indagini del vicequestore Rocco Schiavone. “Nuovo” per modo […]

Cinque indagini romane per Rocco Schiavone – Antonio Manzini

Cinque indagini romane per Rocco Schiavone – Antonio Manzini

Sellerio Editore inizia alla grande il 2016 offrendo a tutti i lettori-fan di Antonio Manzini la succulenta occasione di accaparrarsi in un solo volume cinque racconti del suo personaggio preferito: è infatti in uscita Cinque […]

Rocco va in vacanza – Antonio Manzini

Rocco va in vacanza – Antonio Manzini

Sellerio Editore pubblica in versione elettronica il racconto lungo Rocco va in vacanza, scritto da Antonio Manzini e precedentemente incluso nell’antologia Vacanze in giallo, portata al tempo in libreria sempre dall’editore siciliano. Avete presente quando […]

Non è stagione – Antonio Manzini

Non è stagione – Antonio Manzini

Non è stagione di Antonio Manzini, pubblicato da pochi giorni da Sellerio, spazza via ogni dubbio già da quella copertina con un orso polare che regge, tutto contento, un paio di sci in mezzo a […]

La costola di Adamo – Antonio Manzini

La costola di Adamo – Antonio Manzini

La costola di Adamo è il nuovo giallo di Antonio Manzini, attore e sceneggiatore e già autore di Sangue marcio e La giostra dei criceti. Questo libro fa parte della serie con Rocco Schiavone, controverso vicequestore di […]

Pista nera, Antonio Manzini

Pista nera, Antonio Manzini

Nell’affollato universo letterario giallo e poliziesco (italiano e non), è sempre più difficile trovare qualcosa che si scosti dallo stantio canovaccio seguito dai personaggi in divisa: omicidio, indagine, soluzione; eroi positivi, incarnazioni più o meno […]