I diciannove angeliAutrice americana segnata da nove mesi di soggiorno a Gedda, Arabia Saudita, Zoe Ferraris torna nelle librerie italiane con un nuovo romanzo dal titolo I diciannove angeli, edito come i precedenti da Piemme.
Protagonista del libro, ancora una volta Katya Hijazi, la giovane tecnico della scientifica che ambisce segretamente a diventare detective, già apparsa nei precedenti Gli occhi del deserto e La città delle donne invisibili.
La storia prende le mosse dalla scoperta di una tomba segreta nel deserto saudita contenente i corpi di diciannove donne, tutte con le mani tagliate all’altezza dei polsi. Opera di un serial killer che da almeno dieci anni uccide indisturbato a Jeddah.
E’ il caso più importante della carriera per l’ispettore capo Ibrahim Zahrani, ma nonostante ciò lui è distratto da un mistero più vicino a casa. La sua amante, Sabria, è scomparsa, ma come uomo di legge, marito e padre di cinque figli, Ibrahim non può denunciare la sparizione senza temerne le conseguenze. In Arabia l’adulterio è punibile con la pena capitale, e non gli resta altro da fare che coinvolgere Katya Hijazi per farsi aiutare nelle indagini.
Intanto, un orribile ritrovamento segnala una nuova vittima. Si tratta dello stesso assassino, o di un nuovo killer addestrato dall’altro?
Mentre prosegue a indagare su entrambi i fronti, Katya si ritrova a esplorare un sottobosco oscuro che mette a nudo le debolezze dei membri della società saudita ma allo stesso tempo minaccia di far emergere il suo segreto così gelosamente custodito.

Come nei precedenti romanzi, anche in Kingdom of Strangers Zoe Ferraris utilizza il giallo come veicolo di denuncia dell’estremismo islamico e delle condizioni in cui in Arabia Saudita versano le donne, oppresse, perlomeno agli occhi occidentali, da una delle culture più chiuse al mondo.
Se oltre a una trama da detective story siete interessati a scoprire un mondo sconosciuto e complesso come quello saudita, I diciannove angeli è un libro che può fare per voi.

I diciannove angeli, di Zoe Ferraris: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: