- Vota! -

12345
Loading ... Loading ...

L’ombra della verità – Karin Slaughter (TimeCrime)

| 19 dicembre 2011 | 8 deposizioni
Archiviato in Libri novità | Etichettato con

Apriamo la settimana del Thriller Café con una segnalazione che vale per due. Il titolo di oggi, L’ombra della verità di Karin Slaughter, infatti, fa da apripista alle pubblicazioni del nuovo progetto editoriale TimeCrime, nato da una costola di Fanucci e dedicato ai lettori che amano il thriller in tutte le sue forme, dallo storico allo psicologico, dal noir alla spy-story, dal suspence al mystery, dal poliziesco alla detective-story, dal giallo all’hard-boiled. L’obiettivo di questo nuovo marchi è quello di pubblicare trenta novità all’anno, e di farlo offrendo edizioni hardcover a soli 7.70€: un prezzo sicuramente competitivo che potrebbe avvicinare ai suoi volumi anche lettori costretti dalla crisi a orientarsi su edizioni economiche e non su nuove uscite.
Del romanzo di Karin Slaughter, in uscita a gennaio assieme ad altri due titoli (“Venti corpi nella neve” di Giuliano Pasini e “In difesa” di Jacob di William Landay), vi proponiamo in esclusiva l’incipit, su gentile concessione dell’editore.
Il libro inizia così:

DECATUR CITY OBSERVER
17 GIUGNO 1985
UCCISA ADOLESCENTE DI DECATUR
La quindicenne Mary Alice Finney è stata trovata morta dai genitori nella loro casa in Adam Street ieri mattina. La polizia non ha rivelato particolari riguardo al crimine dichiarando solo che si tratta di omicidio e che stanno interrogando le ultime persone viste in compagnia della Finney. Paul Finney, padre della ragazza e assistente procuratore distrettuale per la contea di DeKalb, in una dichiarazione rilasciata la notte scorsa ha affermato che la polizia consegnerà l’assassino della figlia alla giustizia. Studentessa modello alla Decatur High School, Mary Alice faceva parte del gruppo delle cheerleader ed era stata recentemente eletta rappresentante di classe del secondo anno. Fonti vicine alle indagini hanno confermato che il corpo della ragazza è stato trovato mutilato.

1
5 febbraio 2006
Il detective Michael Ormewood ascoltava la partita di football alla radio mentre guidava lungo DeKalb Avenue diretto verso Grady Homes. Più si avvicinava al quartiere di case popolari, più la sua tensione cresceva: aveva quasi cominciato a vibrare dal nervosismo quando prese la strada a destra, che conduceva in quella che la maggior parte degli agenti di polizia considerava una zona di guerra. Amano a mano che l’Atlanta Housing Authority andava lentamente divorando sé stessa, le comunità sovvenzionate come Grady diventavano sempre più obsolete. Gli immobili dentro la città erano troppo costosi, la possibilità di una richiesta di tangenti troppo elevata. Proprio in fondo alla strada c’era Decatur, con i suoi ristoranti alla moda e le ville da milioni di dollari. Acirca un chilometro nella direzione opposta sorgeva la cupola del palazzo del Governo della Georgia, rivestita d’oro.

Queste erano le prime pagine del romanzo; la trama invece è qui a seguire:

Quando l’agente Michael Ormewood, del dipartimento di polizia di Atlanta, viene chiamato in un quartiere popolare di Grady Homes, si trova di fronte a uno degli omicidi più brutali cui abbia mai assistito nel corso della sua carriera: Aleesha Monroe giace in un lago di sangue, il corpo orribilmente mutilato. Ora dopo ora, appare evidente che l’assassinio della donna non è tuttavia destinato a rimanere isolato: poco dopo, il cadavere della vicina di casa di Michael, Cynthia Barrett, viene trovato nel cortile posteriore della sua villetta, e anche questo omicidio sembra avere parecchie somiglianze con altri due crimini verificatisi nello Stato. Viene chiamato ad affiancare Ormewood nell’indagine Will Trent, agente del Georgia Bureau of Investigation. Eppure, qualcosa non torna: tra i diversi casi ci sono delle incongruenze, dei dettagli che aprono la strada a ipotesi investigative diverse. Forse non si è in presenza di un unico serial killer, forse il mistero celato dietro la morte delle due donne è inestricabilmente legato a un passato che rifiuta di essere sepolto…

Se il progetto è di vostro interesse, oltre al sito web www.timecrime.it, vi segnalo la fanpage su Facebook e l’account Twitter.

L’ombra della verità, di Karin Slaughter: acquistalo su IBS!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, con la poco recondita ambizione di farlo diventare il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1374 articoli:

8 deposizioni a “L’ombra della verità – Karin Slaughter (TimeCrime)”

  1. Il 20 dicembre 2011 vanessa ha dichiarato (senza subire minacce): · Rispondi

    Finalmente il nuovo libro della Slaughter!!!!E pensare che la Piemme,ad una mia rikiesta si eventuali future pubblicazioni,mi ha risposto che non nè erano previste(infatti è così dato che nn è stato pubblicato dalla Piemme!Finalmente si sono decisi a permettere ad altre case editrici di pubblicarlo!)..quindi avevo rinunciato,e ora su Thriller cafè mi ritrovo un suo nuovo libro!Mah!Però una bella sorpresa!Ma dove posso trovarlo?Su IBS nn è disponibile,e nelle librerie,non sapranno neanche dell’esistenza di questo libro!!Spero mi darete una risposta!Grazie!

  2. Il 21 dicembre 2011 Astrid ha dichiarato (senza subire minacce): · Rispondi

    Davvero una grandissima sorpresa natalizia trovare questo articolo!!
    Finalmente hanno deciso di pubblicare la Slaughter!!! dopo che la casa editrice portante (la Piemme) ha snobbato questa bravissima scrittrice, fermandosi a “Indelebile” e abbandonando del tutto i libri a seguire, non c’è che da fare davvero i complimenti alla Fanucci, casa editrice che viene sempre incontro a noi lettori anche con prezzi più che ragionevoli. Certo avrei preferito che continuasse la serie “Grant County”, ma chissà magari più avanti….
    Intanto leggerò questa nuova uscita di sicuro.
    Complimenti ancora, anche a voi di Thriller Cafè per averci rallegrato con questo articolo
    @Vanessa il libro uscirà il 6 Gennaio, per lo meno io ho trovato questa data.
    Saluti a tutti

  3. Il 22 dicembre 2011 vanessa ha dichiarato (senza subire minacce): · Rispondi

    Grazie mille Astrid!!,non mi ha risposto Thriller cafè,almeno mi hai risposto tu!Hai ragione,finalmente una casa editrice che ha riconosciuto il talento di questa grande scrittice!Speriamo non si fermino qui,e come dici tu magari continuano la serie “Grant County”!Sarebbe davvero il massimo!!Per ora godiamoci questo libro che l’attesa è stata fin troppo lunga!Com’è tristemente anche per altri scrittori di talento che non si decidono a pubblicare!Mah vedremo!Grazie ancora Astrid!

  4. Il 27 dicembre 2011 Thriller Cafe ha dichiarato (senza subire minacce): · Rispondi

    Ciao Vanessa, come diceva Astrid il libro sarà acquistabile dopo la befana…

  5. Il 27 dicembre 2011 vanessa ha dichiarato (senza subire minacce): · Rispondi

    grazieeee!

  6. Il 10 gennaio 2012 Astrid ha dichiarato (senza subire minacce): · Rispondi

    Di niente Vanessa :-) …Cmq io l’ ho già acquistato, ma ancora devo iniziarlo a leggere, spero che sia all’ altezza della serie “Grant County” la quale ho adorato, un saluto a tutti.

  7. Il 10 gennaio 2012 vanessa ha dichiarato (senza subire minacce): · Rispondi

    Ti imiterò presto Astrid!!!Anche io con le tue stesse speranze!!Finalmente ogni tanto qualcuno si ricorda di questi bravi scrittori,o scrittrici in questo caso!!Grazie fanucci!!Grazie Thriller cafè!!

  8. Il 24 aprile 2012 vanessa ha dichiarato (senza subire minacce): · Rispondi

    Finalmente ho letto questo libro!(me l’hanno regalato!!!XD)..che dire,i miei timori che non fosse all’altezza della mitica serie “Grant County”si sono dissolti già al primo capitolo!!Brava Karin,brava davvero,sono molto felice ke la Fanucci ha deciso di pubblicare i suoi libri(o in parte)se lo merita davvero,non era giusto che scrittrici di questo calibro non vengano considerate,anche se capita sempre più spesso..che rabbia..ma per ora mi accontento..grazie thriller cafè..

lascia la tua deposizione