Premio NebbiaGialla 2018È tutto pronto a Suzzara per la cerimonia di premiazione di sabato 15 settembre, in occasione della quale conosceremo il nome del vincitore del Premio NebbiaGialla 2018 per la letteratura noir e poliziesca.

Giunto alla sua nona edizione, il Premio NebbiaGialla rappresenta l’ideale prolungamento e culmine del NebbiaGialla Suzzara Noir Festival, un evento fortemente voluto, ideato e diretto da Paolo Roversi, giornalista, scrittore e sceneggiatore ben noto in particolare per la sua serie di romanzi su Enrico Radeschi, il giornalista hacker che abbiamo incontrato l’ultima volta in occasione de La confraternita delle ossa.

Il NebbiaGialla Suzzara Noir Festival è stato creato con l’intento di diffondere la grande passione di Roversi per noir, giallo e mistery in generale, collegando però il tutto all’affascinante e particolare regione della Bassa.
Si tiene solitamente nel primo fine settimana di febbraio, in un momento nel quale la Bassa, anche se potrebbe sembrare un controsenso, offre il meglio: ottima gastronomia con piatti tipicamente invernali, il giusto vino per riscaldare le ossa e, come da nome della manifestazione, la nebbia a spargere dubbi, incertezza, fascino e mistero in ogni strada, su ogni edificio.

Il metodo alla base del Premio NebbiaGialla è insieme semplice e molto azzeccato, in quanto coinvolge il festival di febbraio e in sostanza prolunga questa particolare “stagione gialla” fino a settembre, seguono quindi pochi mesi di riposo che in effetti riposo non è, perché si comincia a pensare alla nuova edizione dell’anno seguente, sempre a febbraio.

Durante il festival viene diffuso il bando del premio e individuati i cinque scrittori che formeranno la giuria di qualità. Il premio principale riguarda romanzi già pubblicati, quindi da quel momento le varie case editrici hanno a disposizione due mesi per sottoporre le opere, fra le quali la commissione presieduta dia Roversi individua i dieci semifinalisti, che sono quindi sottoposti alla giuria di qualità.

A questo punto vengono di solito individuati tre romanzi finalisti e il responso passa alla giuria popolare, composta da cinquanta membri individuati a sorteggio fra coloro che ne fanno richiesta, tenendo conto che almeno trenta devono essere suzzaresi. I loro voti, che indicheranno il vincitore assoluto, saranno scrutinati pubblicamente durante la Festa del Crocefisso.
È anche presente una sezione per romanzi inediti, organizzata in collaborazione con la casa editrice Laurana – Calibro 9.

Alla categoria del romanzo edito si è aggiunta, a partire dal 2012, anche quella per il miglior racconto giallo, thriller, noir e del mistero inedito, con il vincitore che vedrà il suo racconto pubblicato in appendice a un numero de Il Giallo Mondadori.

L’appuntamento per il Premio NebbiaGialla 2018 è per sabato 15 settembre alle ore 17.00, presso il Centro culturale Piazzalunga di viale Zonta 6A, ovviamente a Suzzara (MN).

Finalisti romanzi editi Premio NebbiaGialla 2018

Barbara Baraldi con Aurora nel buio per Giunti;
Paola Barbato con Non ti faccio niente per Piemme;
Daniele Bresciani con Nessuna notizia dello scrittore scomparso per Garzanti;
Giuseppe Di Piazza con Malanottata per Harper Collins.

Finalisti romanzi inediti Premio NebbiaGialla 2018

Quell’ombra sull’ignoto di Francesco Papa;
Assassini non identificati di Marco Sommariva;
Glory hole di Marco Faccioli;
Lassù all’infinito di Franco Foschi & Maurizio Matrone;
Mistero siciliano di Marco De La Vega.

Finalisti racconti inediti Premio NebbiaGialla 2018

Non sono morto di Sergio Pozzi;
Una parola di troppo di Monica Zamboni;
Come un miraggio nel deserto di Giulio Roffi;
Relazioni pericolose di Anna Allocca;
Sabbie mobili di Mauro Frugoni.

Appuntamento a Suzzara sabato 15 settembre per conoscere i nomi dei vincitori, chi desidera avere maggiori informazioni sul festival e sul premio può visitare il sito ufficiale dell’evento.

Articolo protocollato da Simone Della Roggia

Appassionato di gialli e thriller, della buona cucina, e di bassotti (non necessariamente in quest'ordine). Scrittore a tempo perso, ovvero di notte. Passo molto tempo sui treni italiani, lo inganno leggendo.

Simone Della Roggia ha scritto 175 articoli: