La porta delle tenebre di Glenn CooperEditrice Nord pubblica, con traduzione di Paolo Falcone, La porta delle tenebre, il seguito di quel Dannati che, come accaduto a gran parte della produzione di Glenn Cooper, ha riscosso gran successo in Italia confermando il grande amore che i lettori (e i critici) del nostro Paese nutrono per questo bravo autore di bestseller, e la migliore definizione di questa serie di romanzi l’ha data probabilmente lo scrittore stesso, parlando di “inferno laico”.

Sebbene gli spunti thriller e gialli non rappresentino il nucleo centrale della sua opera ci troviamo comunque di fronte a un autore che pesca in qualche modo negli stessi laghi narrativi di Dan Brown, e la sua personale visione di quello che molti chiamano “Oltretomba” è fuor di dubbio interessante, con quel miscelare scienza e mito per dar vita a una storia capace di incollare il lettore per centinaia e centinaia di pagine.
Andiamo a vedere cosa accade ne La porta delle tenebre:

John Camp ed Emily Loughty sono riusciti a tornare sulla Terra dopo che la scienziata era finita in sostanza nell’Inferno, qui chiamato Oltre, in seguito a un azzardato esperimento di fisica delle particelle.
Emily si era ritrovata in un luogo alieno, dominato da una atmosfera opprimente di dolore e sofferenza, un posto nel quale si ritrovavano persone famose e sconosciute, provenienti da varie epoche, tutte accomunate dal fatto di non essersi comportate proprio in modo esemplare durante la loro vita.

John era riuscito a raggiungerla e a riportarla sulla Terra, ma i due hanno ben poco tempo per rifiatare e riposarsi: l’attività dell’acceleratore di particelle ha creato un varco fra mondi e alcuni innocenti sono stati trascinati nell’Oltre, compresi la sorella e i nipoti di Emily. Alla coppia spetta il compito di assemblare una squadra di recupero ben determinata e capace di affrontare un viaggio simile per poter salvare degli innocenti.

Ma una semplice squadra potrebbe non bastare: l’Oltre è un luogo pieno di nemici pericolosi e i nostri avranno anche bisogno dell’aiuto dei “locali”, ma come potersi realmente fidare di persone che in vita si sono comportate così male? E sul tutto si stende l’ombra di chi, sulla Terra, è seriamente intenzionato a scoprire cosa sia successo e distruggere la cortina di bugie del governo…

Uomo dai molti talenti (importanti carriere come medico e CEO di varie compagnie che si occupano di biotecnologia), scrittore infaticabile in grado di reggere ritmi stressanti e, nonostante gli impegni, persona sempre molto disponibile nei confronti dei suoi fan, Glenn Cooper è destinato a raccogliere grandi successi anche con questo La porta delle tenebre: scommettiamo?

Articolo protocollato da Redazione

All'account redazione sono assegnati gli articoli scritti da collaboratori occasionali del sito: poche apparizioni, ma stessa qualità degli altri.

Redazione ha scritto 579 articoli: