La commissario non ama la poesiaOggi su Thriller Café segnaliamo La commissario non ama la poesia romanzo di Georges Flipo, da poco uscito per Ponte alle Grazie (come L’uomo della domenica di Kanger).
Noto autore di gialli radiofonici, Flipo ha aperto con questo romanzo la serie di Viviane Lancier che in Francia ha avuto un discreto successo e della quale è già uscito il secondo episodio.
Per chi fosse curioso, ecco la trama di questo suo primo poliziesco su carta:

Viviane Lancier è il commissario, anzi “la” commissario, della Terza divisione della polizia giudiziaria di Parigi. Prossima ai quarant’anni, reduce dall’ennesimo naufragio sentimentale e afflitta da qualche chilo di troppo, Viviane è tuttavia quel che si dice una donna di polso, a capo di una squadra di soli uomini, che non disdegna di strapazzare alla prima occasione.
Ultimamente, poi, tende ad accanirsi sul suo nuovo tenente, Augustin Monot un tipo fascinoso (peccato quella sua fastidiosa passione per la letteratura), soprattutto da quando l’ha trascinata in un caso davvero indigesto: la morte di uno strano mendicante noto come Victor Hugo, trovato in possesso di un sonetto inedito di Baudelaire.
Stavolta, però, la commissario dovrà ricredersi e, nonostante l’avversione per la poesia, andare al fondo del mistero che si nasconde dietro versi seminatori di morte…


La commissario non ama la poesia, di Georges Flipo: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: