E’ in uscita per Perdisa il nuovo romanzo di Paolo Grugni, dal titolo di Italian Sharia, un romanzo sulla triste condizione di alcune ragazze musulmane in Italia, che aspirano a emancipazione e integrazione e sono vittima dei famiglie oppressive ed estremiste. Ispirato dalle vicende di Hina e Sanaa, uccise dai familiari in provincia di Brescia e di Pordenone, con l’accusa di non aver rispettato le leggi dell’Islam, “Italian Sharia” è incentrato sull’omicidio di una ragazza marocchina da parte del padre, a Prato. Era accusata di non essere una buona musulmana. Intanto, nei giorni successivi alla morte di Michael Jackson, un italiano scopre che anche la sorella della giovane è stata condannata a morte e per questo ricondotta a Marrakech.
Una sorte che, senza che si sappia, hanno davvero subito altre ragazze islamiche e che Grugni svela nel suo libro che usa la fiction per denunciare una verità ignorata.
Il protagonista del romanzo tenterà di salvarne una. Purtroppo, invece, di eroi che giungono in soccorso delle vittime nella realtà non ce ne sono quasi mai.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: