insospettabiliEinaudi pubblica nella collana Super Et Insospettabili, una antologia di racconti gialli curata da Fulvio Gianaria e Alberto Mittone, due noti avvocati penalisti che vivono a Torino. Questa raccolta di racconti ha la particolarità di essere stata scritta da un insieme di autori solitamente distanti dalla narrativa gialla, al punto che proprio questa loro distanza e momentaneo avvicinamento ne è il filo conduttore.

Le atmosfere thriller e noir, ben più di quelle di altri generi, hanno attirato e attirano infatti l’attenzione di autori che di solito si occupano di altri stili e tematiche e capita molto spesso di trovare nella carriera dello scrittore più “serio” e accademico qualche episodio di “fuga” che lo porta a tentare la via del giallo.
Si pensi anche solo al caso più celebre e importante dal punto di vista qualitativo, ovvero Umberto Eco con il suo Il nome della rosa, e ci renderemo conto che anche questo potere d’attrazione rende particolare e unico il genere più amato in queste pagine.

Gianaria e Mittone, specialisti e appassionati di letteratura noir, raccolgono quindi un eterogeno insieme di autori di fine Ottocento e del Novecento, dei veri e propri Insospettabili fra i quali troviamo immensi maestri quali troviamo Charles Dickens e Anton Cechov, William Somerset Maugham e William Faulkner, fino ad arrivare a Francis Scott Fitzgerald, Ernest Hemingway, Henry James, Jack London, Italo Svevo, Palham Grenville Wodehouse, Virginia Woolf.

Non mancano poi le puntate verso il Sud America, ben rappresentato da Jorge Amado e Joào Guimaràes Rosa, così come è nutrito il gruppo degli scrittori del nostro Paese che, oltre a Svevo, comprende nomi quali Giorgio Spini, Arturo Carlo Jemolo, Matilde Serao, Salvatore di Giacomo Dino Buzzati e Alberto Moravia.

I risultati, sempre molto interessanti, sono curiosi sia se li si inquadra nella carriera del singolo autore sia se li si valuta tenendo conto della storia della narrativa gialla.
In entrambi i casi si ha la sensazione di trovarsi di fronte a episodi di fuga e divertimento, di autori dalle enormi capacità che per l’occasione vestono però i panni consapevoli dell’amateur che conosce sì le regole del genere ma non ha dalla sua la frequentazione e scrittura quotidiane.

Ma questi autori rimangono grandi anche quando sono fuori dal loro elemento naturale e il lettore amante del noir troverà in questi Insospettabili un intrigante insieme di esperimenti e deviazioni dalla norma raccolte in un volume che è lettura ideale in queste ultime settimane estive.

Compra su Amazon

Sconto di 0,73 EUR

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1647 articoli: