E come promesso nell’articolo sulle migliori serie tv 2020, eccoci qui a parlare dei film thriller che vedremo nelle sale cinematografiche nel 2020. L’elenco che segue comprende produzioni statunitensi, britanniche, italiane (poche, per la verità) ed è in ordine di uscita. Di alcuni film non si sa molto, ma quel poco ci basta per ritenerli interessanti e degni di essere monitorati.

Ovviamente non è un elenco esaustivo, ma è già un buon punto di partenza per chi ama il thriller. Tra azione, spionaggio, produzioni impegnate, storie vere e thriller psicologici ce n’è per tutti i gusti, ma andiamo a scoprire insieme i film più attesi del 2020.

1. City of crime

Si comincia il 9 gennaio con City of crime (titolo originale: 21 bridges), noir diretto dall’irlandese Brian Kirk e distribuito da Lucky red e Universal pictures.

È la storia di una forsennata caccia all’uomo portata avanti da Andre Davis (Chadwick Boseman), detective della polizia di New York, contro due criminali ex veterani di guerra, Michael Tujillo (Stefan James) e Ray Jackson (Taylor Kitsch). I due avevano programmato un furto di droga, ma una volta giunti sul posto la droga trovata era molta più del previsto e, per di più, è sopraggiunta la polizia. I due, vistisi in trappola, hanno pensato bene di uccidere uno ad uno tutti i poliziotti presenti. Per trovarli, Davis e Frankie Burns (Sienna Miller) decidono di chiudere tutti i 21 ponti della città per una notte. Il risultato è un thriller in cui cacciatore e preda si confondono, si sovrappongono. Il film, lo ricordiamo, è disponibile dal 9 gennaio 2020.

2. Bad boys for life

Atteso, controverso, in dubbio fino all’ultimo momento, arriva anche il terzo capitolo della serie Bad Boys e sequel di Bad boys II. Bad boys for life è diretto dai belgi Adil El Arbi e Bilall Fallah, è un poliziesco d’azione con Will Smith e Martin Lawrence, prodotto da Columbia Pictures e distribuito in Italia dalla Warner Bros. Will Smith e Martin Lawrence vestiranno di nuovo i panni dei detective Mike Lowrey e Marcus Burnett. I due, l’uno ispettore e l’altro in crisi di mezza età, stanno per ritirarsi ufficialmente. Tuttavia un Boss rumeno, cui è stato ucciso il fratello, promette loro un ultimo, allettante colpo di coda che sa di vendetta. Confermati nel cast, oltre a Will Smith – che è anche coproduttore – e Martin Lawrence, anche Joe Pantoliano, Kate Del Castillo e Theresa Randle. Le riprese del film sono durate sei mesi (da gennaio a giugno 2019) e si sono svolte tra Atlanta e Miami, ma di questo sequel si fa un gran parlare già dal 2008: il secondo film, infatti, risale al lontano 2003 e il terzo, tra defezioni, ingaggi troppo alti, rinunce e divergenze, avrebbe già dovuto essere pronto anni fa. Si vocifera che ci sarà anche un quarto film, ma, a giudicare dalle traversie intercorse per realizzare questo, è tutto da vedere. Per il momento è sicuro che Bad Boys for life uscirà negli Stati Uniti il 17 gennaio 2020 e in Italia sarà disponibile dal 23 gennaio.

3. The rhythm section

Tratto dall’omonimo romanzo – primo di una serie – di Mark Burnell, The rhythm section è un po’ action thriller e un po’ spy movie di produzione britannica. La regia è di Reed Morano (The Handmaid’s tale), i produttori sono gli stessi dei film di James Bond (Barbara Broccoli e Michael G. Wilson), alla sceneggiatura ha collaborato lo stesso Burnell mentre nel cast figurano nomi come Blake Lively (Gossip Girl), Jude Law, Sterling K. Brown. Il film racconta la storia di Stephanie (la Lively appunto), una donna che non si rassegna alla morte della sua famiglia in un incidente aereo avvenuto tre anni prima. La donna vi è scampata per un soffio ed è devastata dalla perdita dei familiari, tanto da essere ormai vittima di una spirale autodistruttiva. Quando Stephanie, però, scoprirà che non si trattò di un incidente, il suo obiettivo diventerà scoprire la verità e vendicarsi… da vittima, quindi, passerà al ruolo di vendicatrice e a giudicare dal trailer, pare implacabile. Il film è stato girato tra Irlanda e Spagna e sembra destinato a non restare stand-alone; per quanto riguarda la data di uscita non ci sono conferme per l’Italia. È confermato, invece, che negli Stati Uniti The Rhythm section uscirà il 31 gennaio e nel Regno Unito il 21 febbraio 2020.

4. Cattive acque

Spazio anche per il cinema impegnato con il legal drama Dark waters (che arriva da noi con il titolo di Cattive acque), un film tratto da una storia vera, quella dell’avvocato Robert Bilott che, nella Cincinnati degli anni Novanta, dal collaborare con alcune aziende dell’industria chimica diventerà uno dei suoi più celebri accusatori.

Rob Bilott è da poco arrivato nello studio legale dove lavora e sta cercando di costruirsi la carriera anche collaborando con l’industria chimica. Un giorno, però, Bilott riceve una visita da parte di un contadino della Virginia che gli racconta alcuni strani episodi accaduti agli animali che entrano in contatto con l’acqua di un lago… un lago nel quale la DuPont, il più imponente colosso chimico, sta riversando sostanze tossiche da molto tempo. È qui che Bilott prende una decisione importante: da collaboratore, diventerà accusatore e anzi promotore di una causa ventennale contro una delle industrie più importanti del settore chimico.

L’idea del film prende le mosse da un’inchiesta giornalistica sull’argomento, un lungo articolo comparso sul New York Times nel gennaio 2016; l’attore Mark Ruffalo (Il caso Spotlight), noto per il suo impegno in favore dell’ambiente, ha l’idea di trasporre questa storia in una pellicola cinematografica e coinvolge Todd Haines – regista di film come Safe, Carol, Io non sono qui – ed altri importanti attori come Anne Hathaway (in un ruolo tutt’altro che da spalla al fianco di Ruffalo), Tim Robbins (Le ali della libertà), Bill Pullman. Il risultato è un drama legale e familiare che, ben lungi da effetti speciali o cruente scene d’azione, porta all’attenzione del pubblico questioni importanti per tutti. Quel cinema impegnato, dunque, di cui abbiamo bisogno perché, in fondo, rappresenta la realtà, la quotidianità, i problemi della società.

Il film, distribuito da Eagle Pictures, è già uscito in America a novembre ed arriverà da noi il 20 febbraio 2020.

5. L’uomo invisibile

Prodotto dalla Blumhouse productions e diretto da Leigh Whannell, L’uomo invisibile (The invisible man) è un adattamento dell’omonimo romanzo di H. G. Wells del 1897, nonché un reboot del primo adattamento cinematografico del 1933: entrambi – film e romanzo – hanno dato un contributo fondamentale alla nascita del filone horror cinematografico ed in particolare l’uomo invisibile ha ispirato molti registi e sceneggiatori. Nel film che vedremo nel 2020 il ruolo della protagonista, Cecilia, è affidato ad Elisabeth Moss, al fianco della quale troveremo Oliver Jackson-Cohen, Aldis Hodge, Storm Reid, Harriet Dyer, Benedict Hardie e Amali Golden.

Cecilia Kass, da tempo succube di una relazione violenta con il fidanzato, il ricco scienziato Adrian Griffin, riesce a scappare nottetempo dall’uomo con l’aiuto di alcuni amici. Convinta di essergli sfuggita, viene raggiunta dalla notizia che l’uomo, in seguito alla sua fuga, si è suicidato lasciandole una fortuna. La clausola diabolica che ha lasciato nel testamento, però, turba Cecilia che col tempo si convince che Adrian potrebbe non essere morto, bensì essersi reso invisibile, il che coinciderebbe col profilo sociopatico dell’uomo e con le sue manie di controllo. Che avesse previsto tutto?

Il film, distribuito in Italia dalla Universal Pictures,  uscirà negli Stati Uniti il 28 febbraio 2020, mentre da noi è atteso in sala per il 5 marzo.

6. Escape from Pretoria

Coproduzione anglo-australiana, il thriller Escape from Pretoria racconta la storia – realmente accaduta – di due cittadini sudafricani bianchi, Tim Jenkin e Stephen Lee, che, accusati di aver collaborato attivamente con associazioni anti Appartheid in Sud Africa, organizzano un piano insieme ad altri prigionieri politici per evadere dalla celebre prigione per bianchi di Pretoria, Robben Island. La storia è raccontata nel libro Inside Out: Escape from Pretoria prison, scritto dallo stesso Tim Jenkin e pubblicato nel 2003.

La regia è di Francis Annan, mentre attori protagonisti saranno Daniel Radcliffe e Ian Hart. Nel resto del cast troviamo Daniel Webber, Nathan Page, Stephen Hunter, Jeanette Cronin, Ratidzo Mambo, Lliam Amor, Paul Harvey. Il film uscirà negli Stati Uniti e nel Regno Unito il 6 marzo 2020, per quanto riguarda l’Italia non ci sono ancora indicazioni certe sulla data di uscita.

7. No time to die

Arriva nel 2020 il venticinquesimo film con protagonista James Bond, No time to die, quarto film in cui la celebre spia è impersonata da Daniel Craig (i primi tre sono stati Casino Royale, Quantum of solace e Spectre). In questo film, il primo in cui Bond è ufficialmente in pensione, l’ormai ex spia si gode la tranquillità della Giamaica, lontano da missioni pericolose e incarichi al limite. Ma la pace dura poco, perché il vecchio amico e collaboratore di James, Felix Leither, si materializza sull’isola perché ha bisogno della collaborazione attiva di Bond per liberare uno scienziato che è stato sequestrato. Una volta in gioco, però, lo 007 si ritroverà in una missione più pericolosa del previsto: c’è in giro un’arma molto potente che potrebbe mettere a rischio l’intero pianeta. Del cast del nuovo 007 diretto da Cary Fukunaga, oltre a Craig, fanno parte – tra gli altri – Ralph Fiennes, Mari Malek, Naomie Harris, Ben Whishaw, Léa Seydoux, Rory Kinnear,  Ana De Armas.

L’action thriller, distribuito da Universal Pictures, sarà in sala dal 9 aprile 2020.

8. The gentlemen

Nomi importanti per The Gentlemen, a cominciare dalla regia di Guy Ritchie che con questa pellicola torna al crime. Quanto alla trama, per ora sappiamo che si tratterà di un thriller d’azione: Mickey Pearson (Matthew McConaughey), uomo d’affari americano d’istanza a Londra, ha creato un florido impero della droga. Quando decide di venderlo a una dinastia di miliardari dell’ Oklahoma, scopre, però, di avere alle calcagna molti avvoltoi pronti a tutto per accaparrarsi impero e patrimonio. Corruzione, sgambetti, azione, dunque: se la trama non sembra proprio originalissima, speriamo di poter fare affidamento sul parterre di tutto rispetto.

Il cast è infatti composto da Matthew McConaughey, Charlie Hunnam (alla seconda collaborazione con Guy Ritchie dopo King Arthur: il potere della spada), Henry Golding, Hugh Grant, Colin Farrell, Jeremy Strong, Jason Wong, Michelle Dockery e Lyne Renée.

Il film, il cui progetto è stato presentato a Cannes nel 2018, sarà nelle sale americane dal 24 gennaio, mentre per l’Italia – dove sarà distribuito da 01 Distribution – dovremo attendere il 7 maggio.

9. La donna alla finestra

Avete presente le famiglie della pubblicità, quelle dove tutti sono perfetti, sprint e tutti sorrisi anche appena svegli? Be’, se le si osserva meglio, si potrebbe scoprire che sono ben lontane dal modello di perfezione che pretendono di incarnare. È questo il concept alla base del film La donna alla finestra che racconta la storia di Anna Fox, dottoressa che, per via della sua agorafobia, passa le giornate bevendo e guardando alla finestra della sua casa di New York. È così che Anna (Amy Adams) si ritrova a spiare, giorno dopo giorno, la famiglia Russell, quella dei suoi nuovi vicini di casa. Ciò che vede un giorno, da quella finestra, potrebbe cambiarle la vita.

Il film, diretto da Joe Wright e sceneggiato da Tracy Letts, è tratto dal bestseller The woman in the window di Aj Finn e annovera nel suo cast nomi importanti come Amy Adams, Gary Oldman, la bravissima Julianne Moore, Wyatt Russell, Liza Colón-Zayas, Brian Tyree Henry, Anthony Mackie, Mariah Bozeman, Jahnine Serralles, Fred Hechinger.

Il film, prodotto da Fox 2000 Pictures e distribuito da Walt Disney Pictures Italia / 20th Century Fox, sarà disponibile dal 14 maggio 2020.

10. Antebellum

Sarà Janelle Monáe la protagonista di Antebellum, il nuovo film di Gerard Bush e Christopher Renz distribuito da Eagle Pictures.

La pellicola è incentrata sulla storia di Veronica Henley, un’autrice di successo, che si ritrova intrappolata in una realtà da incubo. Dovrà trovare, da sola e in fretta, un modo per uscire dall’orrore. Non si sa molto altro sulla trama… che quest’alone di mistero faccia parte della suspense? D’altro canto Janelle Monáe è già un personaggio interessante di per sé perché è poliedrica e versatile: è cantautrice, produttrice discografica e modella. Inoltre abbiamo già avuto modo di vederla in veste di attrice in film come Il diritto di contare e Moonlight (film che ha ricevuto tre premi Oscar). Nel cast, oltre alla Monáe, anche Jena Malone, Kiersey Clemons, Jack Huston, Eric Lange.

L’uscita del film negli Stati Uniti è fissata per il 24 aprile, mentre nelle sale italiane è prevista per il 28 maggio.

11. Without remorse

Poteri forti, cospirazioni e vendetta per la seconda prova Hollywoodiana del talentuoso regista nostrano Stefano Sollima: dopo Soldado, infatti, Sollima torna a collaborare con lo sceneggiatore Taylor Sheridan per Without remorse, in Italia da ottobre 2020.

L’agente della CIA e reduce dal Vietnam John Clark è deciso a vendicare la morte della moglie: la donna è stata uccisa e Clark è disposto a tutto per farla pagare ai responsabili. Non sa ancora, però, che si ritroverà in qualcosa di molto più grande di lui.

Without remorse è il nuovo film di Stefano Sollima, una produzione statunitense la cui sceneggiatura è stata scritta da Taylor Sheridan ed è tratta dall’omonimo romanzo di Tom Clancy. Pare che il film, distribuito da 20th Century Fox, sarà il primo capitolo di un franchise dedicato alle opere di Clancy ed in particolare a John Clark che compare in numerosi romanzi dell’o scrittore di Baltimora. Del cast faranno parte Michael B. Jordan nel ruolo del protagonista, poi Jamie Bell, Cam Gigandet, Brett Gelman, Luke Mitchell, Jodie Turner-Smith, Jack Kesy, Artjom Gilz, Jacob Scipio. Il film sarà disponibile dall’8 ottobre 2020.

12. Io sono vera

E finalmente arriva nel nostro elenco anche una produzione italiana (precisamente italo-cilena): si tratta di Io sono vera, per la regia di Beniamino Catena, prodotto da Macaia film e distribuito da Nomad film. Nel cast Marta Gastini, Anita Caprioli, Marcelo Alonso, Manuela Martelli, Davide Iacopini e Manuel Zicarelli.

Io sono vera racconta la storia di una ragazzina di nove anni, Vera, che scompare misteriosamente e riappare qualche anno dopo… ma invece di essere un’adolescente è una donna adulta. Vera ricorda poco e sembra divisa tra due personalità, ma non c’è dubbio, nonostante le apparenze, il DNA conferma che si tratta proprio di lei. Secondo i medici ha vissuto una particolarissima sindrome da invecchiamento precoce che non spiegherebbe, però, una tale alterazione dei ricordi. Man mano che le immagini riaffiorano nella mente di Vera, però, si acuisce anche il mistero e la situazione si rivela nella sua unicità. Un thriller psicologico interessante che vedremo nel 2020, anche se ancora non abbiamo indicazioni sulla data di uscita.

14. The courier

Purtroppo sappiamo davvero poco su questo film d’azione diretto da Zackary Adler ed ambientato a Londra. Il titolo, The courier (il corriere), è però eloquente: una donna che fa il corriere a Londra scopre che uno dei pacchi che ha in consegna contiene una bomba. Il destinatario è un Senatore che sta per testimoniare in tribunale contro un pericoloso Boss della droga.

Nel cast troviamo ancora Gary Oldman, Olga Kurilenko e Amit Shah. Il film è uscito negli Stati Uniti lo scorso 22 novembre, ma non si sa ancora nulla circa la data di uscita in Italia.

15. Little things

Poco si sa anche riguardo a The little things, film thriller ambientato a Los Angeles, distribuito dalla Warner, scritto e diretto da John Lee Hancock.

Il film è incentrato sui personaggi di due detectives di Los Angeles che stanno indagando su alcuni delitti commessi da un serial killer. Durante l’indagine, però, emerge che probabilmente uno dei due poliziotti potrebbe essere coinvolto nei delitti. Il cast prevede nomi di rilievo tra i quali Denzel Washington, ancora Rami Malek, poi Jared Leto, Tom Hughes, Natalie Morales e Sofia Vassilieva.

Non si sa nulla sulla data di uscita – se non che sarà nell’arco di quest’anno – né negli Stati Uniti né tantomeno in Italia.

16. The birthday cake

Una torta di compleanno può cambiare la vita? Se lo chiedessimo a Giovanni, il protagonista di The birthday cake, thriller statunitense che vedremo nel 2020, sicuramente ci risponderebbe di sì. È grazie a una torta che il ragazzo, suo malgrado,  accetta di portare a casa dello zio Angelo – un boss della mafia – che Giovanni scoprirà verità insospettabili riguardo alla morte di suo padre. A Giovanni queste scoperte cambieranno la vita per sempre… e, casualità, la torta era proprio per festeggiare il decennale di quella morte…

Nel film, scritto e diretto da Jimmy Giannopoulos, reciteranno Ewan McGregor, Shilo Fernandez, Lorraine Bracco, Ashley Benson, David Mazouz e Val Kimer.

Nulla si sa ancora circa la data di rilascio.

17. The shift

E chiudiamo con una produzione italo-belga (la prima per Notorious Pictures), interessante e – stando a quel che trapela della trama – di grande attualità.

Il film è ambientato in Belgio, a Bruxelles; protagonisti sono Eden e Abdel, due diciassettenni che organizzano non una festa, non uno scherzo a spese degli amici, ma un attentato terroristico all’interno della loro scuola. Quando due paramedici, Isabel e Adamo, arrivano per prestare soccorso, trovano Eden svenuto, ma ancora vivo e lo caricano in ambulanza. Non sanno ancora che il ragazzo è uno dei terroristi, ma quando finalmente gli trovano addosso la cintura esplosiva è troppo tardi: Eden rinviene.

La regia del film è di Alessandro Tonda, mentre nel cast troviamo Adamo Dionisi e Clotilde Hesme. Nessuna news, purtroppo, sulla data di uscita.

Conclusioni

Ebbene, concludiamo questa lunga carrellata anticipatoria delle maggiori novità cinematografiche del prossimo anno e chissà, magari ci rileggeremo qui per recensirne alcune… Comunque, che siano novità attese o promesse tutte da scoprire, buona visione e, che sia libro, serie tv o film… sempre buon thriller a tutti!

Articolo protocollato da Rossella Lazzari

Lettrice compulsiva e pressoché onnivora, una laurea in un cassetto, il sogno di lavorare nell'editoria e magari, un giorno, di pubblicare. Amo la musica, le serate tra amici, mangiare e bere bene, cantare, le lingue straniere, i film impegnati e cervellotici, il confronto, la condivisione e tutto ciò che è comunicazione.

Rossella Lazzari ha scritto 155 articoli: