Dopo l’ottimo successo dello scorso anno, torna anche per il 2013 il Premio Grado Giallo, dedicato a racconti di genere giallo, thriller e noir e che mette in palio una pubblicazione in un volume de I Gialli Mondadori.
Vi cimentate a scrivere e siete interessati a più dettagli? Ecco in sintesi quanto dovete sapere…
Il premio è aperto a tutti i cittadini italiani ed europei e riservato a opere inedite anche sul web. La lunghezza massima degli scritti è di 20 cartelle (35 righe e 55 battute, massimo 2000 battute a cartella).
Non c’è limite al numero di racconti che si possono inviare.
Per partecipare è necessario spedirli in busta chiusa e in 3 copie ciascuno a “Premio Grado Giallo”, c/o Biblioteca civica – Via Leonardo da Vinci n. 20 – 34073 Grado (GORIZIA) entro e non oltre il 31 marzo 2013. Una copia in formato pdf va inviata all’indirizzo di posta elettronica [email protected].
All’interno della busta con i racconti va inserito anche, ritagliato in originale e uno per ogni racconto, il Certificato di Partecipazione (CdP) che si può trovare nelle ultime pagine de “Il Giallo Mondadori” in edicola. Ciascun racconto deve infine riportare in calce tutti i dati dell’autore: nome, cognome, residenza, recapito telefonico, indirizzo e-mail.

Una pregiuria sceglierà i cinque finalisti, che saranno resi noti online e con comunicazione ai partecipanti; Elvio Guagnini (docente all’Università degli Studi di Trieste e coordinatore del Comitato scientifico Grado Giallo), Veit Heinichen (scrittore ed editore) e Franco Forte, direttore editoriale del Giallo Mondadori e presidente della Giuria, decreteranno poi il vincitore assoluto che sarà premiato durante la 6^ edizione del festival Grado Giallo, in programma a Grado dal 4 al 6 ottobre 2013.
L’opera vincitrice sarà pubblicata in contemporanea su uno dei volumi della collana Il Giallo Mondadori in edicola a ottobre.

A parte l’ispirazione, non credo vi serva altro per cominciare a scrivere!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: