nelle mani giuste - giancarlo de cataldoNelle mani giuste, di Giancarlo De Cataldo, già autore di Romanzo Criminale, è il libro che recensisco oggi. Non ho letto il fortunato romanzo precedente e quindi non faccio paragone: vi dirò solo se il libro mi è piaciuto o meno. Se v’interessa, buona lettura…

Titolo: Nelle mani giuste
Autore: Giancarlo De Cataldo
Editore: Einaudi
Anno di pubblicazione: 2007
Pagine: 340
ISBN: 978-88-06-18539-8
Prezzo: € 15,80

Trama in sintesi de Nelle mani giuste:
Dall’autore di scheda su IBS)

Un romanzo è un romanzo. Non è un’affermazione particolarmente intelligente, me ne rendo conto, ma servirà a spiegare quanto leggerete qui di seguito, che posso già riassumere in: il libro non mi è piaciuto in maniera particolare. In rete forse avrete letto parole bellissime a riguardo, tipo quelle di Giuseppe Genna su Carmilla, gli entusiasmi per la ricostruzione romanzata del biennio ’92-’93, le bombe agli Uffizi, al PAC di Milano, alle chiese di Roma, l’attentato a Costanzo. Ebbene, certamente pezzi tristi della nostra recente storia, ma un pur così importante sostrato in un libro dovrebbe restare tale, per quanto mi riguarda. I protagonisti dovrebbero essere i personaggi e le loro vicende interagire con quelle esterne senza restarne oscurate. Ho avuto invece l’impressione che più volte lo sfondo giganteggiasse sulle storie dei vari Scialoja, Rossetti, Patrizia. E che questi ultimi non avessero in fin dei conti lo spessore necessario a “vivere” da soli, indipendentemente da quanto accadeva in Italia. Sono ben conscio che personaggi e trama sono due elementi entrambi fondamentali, ma se la trama è in parte già scritta dalla Storia vera, un autore dovrebbe produrre il suo massimo sforzo nel creare caratteri appassionanti, non una galleria di figure più o meno abbozzate che si dividono la scena senza che nessuno la conquisti in assoluto. E a poco vale lo stile ellroyano che fa scorrere velocemente le pagine: alla fine resta un senso di poca sostanza, se sfrondata dalla grandezza di fatti che De Cataldo conosce forse meglio di altri, ma che fanno comunque parte della nostra identità nazionale. In definitiva, per me una lettura discreta, ma non certo questo gran capolavoro osannato in altri luoghi.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter

Inserisci la tua email e riceverai comodamente tutti i nostri aggiornamenti con le novità, le anticipazioni e molto altro.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1649 articoli: