Dalla scoperta dell’ottimo I morti lo sanno, di Laura Lippman mi fa sempre piacere parlare ed è quindi scontato che segnali la recente uscita del suo L’amica di un tempo, come i precedenti edito da Giano.

Cassandra Fallows è una scrittrice. Le sue prime opere, due autobiografie in cui ha riportato la propria infanzia e poi una complicata vita sentimentale ed erotica, sono stati dei veri bestseller. Il terzo, un romanzo, si è dimostrato invere un autentico fiasco, inatteso e doloroso. Per avere di nuovo successo, Cassandra necessita di qualcosa di forte da dare ai suoi lettori e pensa di averlo trovato. Quand’era giovane viveva in un quartiere multirazziale di Baltimora e le sue amiche del cuore erano tutte di colore: Tisha, intelligente e furba, Donna, elegante e benestante, Fatima, sfrenata e modaiola, e infine Calliope, all’epoca una bimba timida, pacata e discreta. Tempo fa, Calliope Jenkins è stata accusata di aver ucciso il figlio appena nato. Il cadavere del bambino non è mai stato ritrovato e il suo silenzio testardo ha costretto il giudice a spedirla in carcere per oltraggio alla corte. E’ rimasta in silenzio per ben sette anni, Calliope, fino a che la corte non l’ha rimessa in libertà. E nessuno ha finora svelato il mistero: ha davvero ammazzato il figlio o ha scelto di proteggere qualcun altro? Certa che la storia sia all’altezza della sua fama, Cassandra scava negli oscuri segreti dell’amica di un tempo. Ma più si immerge nella sua vita e più il passato n’emerge diverso e i ricordi falsi. L’immagine luminosa dell’infanzia e dell’adolescenza, gli affetti che si davano per scontati: ogni cosa improvvisamente si illumina di una luce strana e minacciosa.

L’amica di un tempo, di Laura Lippman: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: