La parola del diavolo - Leighton GageTra i crime novels in uscita in questi giorni, uno dei meno sponsorizzati ma tra i più interessanti credo sia La parola del diavolo, di Leighton Gage.
Libro d’esordio di questo autore, La parola del diavolo (The blood of the wicked) inaugurò nel 2008 la serie di Mario Silva, ispettore capo della Polizia Federale brasiliana, intanto giunta al quinto episodio. Si tratta di un procedural con un protagonista sicuramente interessante e una vicenda che negli States è stata definita “ricca e complessa quanto lo stesso Brasile”.
La trama è questa:
Il vescovo don Felipe Antunes, appena giunto nella cittadina di Cascatas do Pontal per inaugurare la chiesa di Nossa Senhora dos Milagres, viene assassinato a sangue freddo da un killer professionista con un colpo alla testa e uno al cuore. Un delitto che sconvolge la comunità dei fedeli e mette in allarme le autorità: nessuno, all’apparenza, avrebbe avuto motivo di volere il vescovo morto. Ma forse, spingendosi appena sotto la superficie, un movente potevano averlo in tanti. Esponenti della frangia violenta del Movimento dei senza terra, per esempio, da anni impegnato nella lotta per i diritti più elementari. O un membro di spicco della Chiesa stessa, che in Antunes vedeva un ostacolo alle proprie ambizioni. O ancora, un ricco proprietario terriero urtato dalle recenti omelie in difesa di quei morti di fame, le cui vite, si sa, valgono meno di zero. Le indagini spingono Mario Silva ad addentrarsi nel cuore più nero e insanguinato del Paese, dove corruzione, tensioni sociali e politiche e una scia di misteriosi omicidi rituali si mescolano in un crescendo di violenza dalle conseguenze potenzialmente esplosive. La verità affiorerà all’improvviso, scomoda, amara, spiazzante.

Per quanti volessero provare un thriller dall’ambientazione quantomeno esotica, La parola del diavolo di Leighton Gage potrebbe essere una scelta interessante.

La parola del diavolo, di Leighton Gage: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1647 articoli: