Autore dei best seller Il segreto della Genesi e Il marchio di Caino, torna in Italia Tom Knox con il suo terzo romanzo La bibbia dei morti, edito sempre da Longanesi e tradotto da Andrea Carlo Cappi.
Uscito nel 2011 in Inghilterra come Bible of the dead e quest’anno anche in America con il titolo di The lost goddess, è un libro imperniato sui Khmer Rossi, mescolati con pitture rupestri francesi, la storia oscura dell’ibridizzazione uomo-animali e il comunismo cinese moderno: un mix di archeologia, mistero e suspence nella fortunata scia dei precedenti volumi (che prosegue anche nel successivo The Babylon rite, uscito quest’anno in UK).

Nella grotta delle Cévennes, Francia, la giovane archeologa Julia Kerrigan scopre un antico teschio, con un preciso foro praticato nella fronte. Ne parla al suo capo e lui l’allontana dagli scavi. L’uomo muore poco dopo.
Intanto, nelle giungle del Laos, il fotografo jake Thurby viene avvicinato da un’affascinante avvocato cambogiano che sta indagando su misteriosi ritrovamenti vecchi di 2000 anni sulla Piana delle giare, un sito archeologico oscuramente collegato al sanguinoso regime dei Khmer rossi. Ritrovamenti per cui le autorità fanno di tutto per tenere il segreto.
In Inghilterra, un anziano insegnante viene ucciso in un modo brutale ed elaborato: un delitto irrisolto.
Mentre l’archeologa, il fotografo e l’avvocato perseguono percorsi indipendenti per trovare la verità, uno schema comune inizia ad emergere, una matriceh che unisce questi eventi nel modo più terrificante e inimmaginabile. E presto diventa chiaro che chi sta cercando di risolvere il puzzle sta rischiando molto di più che la sua vita.

la bibbia dei morti, di Tom Knox: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: