harlan cobenQuesto libro di Harlan Coben l’ho citato lunedì, giacché è uno dei 3 libri in regalo con il concorsino che ho indetto. Ho pensato allora di riportarvi anche l’incipit, così ve ne fate un’idea.

Il vento avrebbe dovuto sussurrare cupamente. Oppure avrei dovuto avvertire il gelo che s’insinuava nelle ossa. Qualcosa del genere. Un canto etereo che soltanto Elizabeth o io avremmo potuto udire. L’aria sospesa. Un presagio come quelli che si leggono in certi manuali. Nella vita ci sono disgrazie che quasi ci aspettiamo, come quella accaduta ai miei genitori, per esempio, e ci sono altri momenti oscuri, momenti d’improvvisa violenza, che alterano tutto. C’era la mia vita prima della tragedia. C’è la mia vita adesso. Ed è doloroso constatare quanto poco queste due vite abbiano in comune.

Allora, non vale la pena che partecipiate al concorso? 😉


Non dirlo a nessuno, di Harlan Coben: compralo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: