buio prendimi per mano - dennis lehaneMentre Dennis Lehane sta riscuotendo un ottimo successo di pubblico e critica in America con The given day, come testimonia il Times, io vi propongo l’incipit del secondo romanzo incentrato su Pat Kenzie e Angie Gennaro: Buio prendimi per mano.

Una volta, quando ero bambino, mio padre mi portò sul tetto di una casa che aveva appena preso fuoco.
Mi stava facendo fare il giro della caserma dei pompieri, quando arrivò una chiamata e io dovetti sedermi accanto a lui, sul sedile anteriore del camion, ascoltando terrorizzato le ruote che stridevano nelle curve, mentre il rimorchio si snodava, le sirene fischiavano, il fumo si rovesciava davanti a noi, denso, azzurro e nero.
Dopo un’ora i pompieri avevano spento le fiamme, mi avevano arruffato i capelli una decina di volte e mi avevano ben nutrito, nei limiti delle possibilità offerte da un venditore ambulante di hot dog: allora mio padre aveva preso per mano e mi aveva fatto salire sulla scala antincendio.
Spirali di fumo denso si arricciavano intorno ai capelli e sfioravano i mattoni mentre salivamo. Attraverso le finestre rotte, vedevamo i pavimenti carbonizzati, le stanze sventrate. Dalle spaccature nei soffitti pioveva acqua sporco.
Quella casa mi aveva terrorizzato e mio padre era stato costretto a sorreggermi quando eravamo sbucati sul tetto.
“Patrick”, aveva bisbigliato mentre attraversavamo la superficie rivestita di catrame, “stai tranquillo, è tutto a posto, non vedi?”
Mi ero guardato attorno e avevo visto, al di là del nostro quartiere, levarsi l’acciaio azzurro e giallo della città. Avevo sentito sotto di me l’odore del caldo e del pericolo.
“Qui non corriamo rischi”, aveva ripetuto mio padre. ” Abbiamo fermato il fuoco ai piani inferiori. Non può raggiungerci. Se lo si arresta alla base. non sale più.”
Mi aveva accarezzato e mi aveva dato un bacio su una guancia.
Ma io avevo continuato a tremare.

Buio prendimi per mano, di Dennis Lehane: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: