Il valzer dei traditori - Rosa Teruzzi

Ne Il valzer dei traditori ritorna Libera, la nostra “Miss Marple del Giambellino”, insieme a tutta la squadra della “Premiata Agenzia Fiori e Delitti”. Anche se l’umore della “nostra” va all’unisono con il tempo atmosferico grigio e piovoso di Milano, «… Libera oggi si sentiva più forte. Il suo rapporto con Iole, cementato da un obiettivo comune, era maturato, nonostante le loro differenze di carattere, e anche la figlia le rispettava di più.»

Ritornano, però, le preoccupazioni quando scopre che la figlia Vittoria (poliziotta in servizio) indaga in autonomia per cercare di scagionare il padre del compagno Achille. Si tratta di Armando Belardinelli, un pregiudicato che sconta una condanna per omicidio. L’uomo è accusato di aver ucciso un’anziana ricettatrice, Fiorella Domenici. Tutti gli indizi sembrano essere a suo carico: è stato riconosciuto da un vicino di casa della donna, la sua coppola è stata ritrovata sul luogo del delitto e il pappagallo Pablito sembra incastrarlo ripetendo il motivetto di una nota canzone…

Quando Vittoria verrà allontanata da Milano dal suo capo, toccherà alla bizzarra e un po’ fricchettona Iole e alla determinata fioraia Libera trovare il vero colpevole del cold case avvenuto parecchi anni prima. E a guidarle sarà, come sempre, il loro desiderio di giustizia…

Una squadra (tutta al femminile) di detective improvvisate, la musica degli anni ’70, le numerose citazioni dei vari Maigret, Poirot, Perry Mason e una Milano inconsueta, poco nota e un po’ “manzoniana”… sono gli ingredienti dei divertentissimi gialli della scrittrice e giornalista televisiva Rosa Teruzzi. I suoi personaggi, amatissimi dai lettori, sono davvero unici: dalla disinibita e ironica Iole che si muove decisamente fuori dagli schemi; alla fioraia Libera esperta in bouquet da sposa “portafortuna”; alla figlia Vittoria (detta Vicky) che mal sopporta di doversi, spesso, portar dietro il pesante fardello della presenza delle due donne; al giornalista Cagnaccio detto Dog che è sempre alla ricerca di uno scoop; alla giovane redattrice “la Smilza” dalle mille conoscenze…

Le indagini a cui la Teruzzi ci ha abituati si muovono sempre in un ambito in cui il lecito e l’illecito sono separati da un filo sottile perché la vita delle tre donne è permeata da entrambi gli aspetti.

Teruzzi, e anche qui non fa eccezione, è solita narrare storie rocambolesche, ricche di movimento e di colpi di scena e a intrecciarle alle storie personali dei suoi protagonisti.

In Il valzer dei traditori, dalla trama incalzante, oltre al cold case ci sono traditori da smascherare, misteriose missive legate ai bouquet da decodificare, storie al limite del noir e storie intime da risolvere.

I numerosi soprannomi come il Grifo, il Gatto con gli Stivali… rendono questi gialli quasi delle favole noir.

Puro divertissement. 

Rosa Teruzzi (1965) vive e lavora tra Milano e Colico, sul lago di Como. Oltre a diversi racconti e tre romanzi, ha pubblicato per Sonzogno: La sposa scomparsa (2016), La fioraia del Giambellino (2017), Non si uccide per amore (2018), Ultimo tango all’Ortica (2019), La memoria del lago (2020), Ombre sul Naviglio (2021) e Gli amanti di Brera (2022). Esperta di cronaca nera, è caporedattore della trasmissione televisiva Quarto grado (Retequattro). Scrive i suoi libri in un vecchio casello ferroviario simile a quello delle sue protagoniste.

Compra su Amazon

Sconto di 1,75 EUR
Il valzer dei traditori
501 Recensioni
Il valzer dei traditori
  • Teruzzi, Rosa (Autore)

Articolo protocollato da Luisa Ferrero

Mi chiamo Luisa Ferrero, sono nata a Torino e vivo a Torino. Dopo una laurea in Materie Letterarie ho ricoperto il ruolo, per tre anni, di assistente ricercatore presso l’Università degli Studi di Torino e ho poi, successivamente, insegnato nella scuola per oltre trent’anni. Divoro libri di ogni genere anche se ho una predilezione per i gialli, i thriller e i noir. Le altre mie passioni sono: il cinema, il teatro, il mare, la mia gatta e la compagnia degli amici... Di recente mi sono approcciata anche alla scrittura partecipando a numerosi corsi di scrittura creativa. Il mio racconto giallo "Un, due, tre… stella!" è stato inserito nell’antologia crime "Dieci piccoli colpi di lama" - Morellini Editore (luglio 2022) e il mio romanzo d’esordio "Cicatrici", finalista alla quinta edizione del concorso "1 giallo x 1000", è stato pubblicato il 31 marzo 2023 da 0111 Edizioni. Ah, dimenticavo... dal 2016 sono non vedente ma questo, in realtà, non è un problema in quanto per dirla come Antoine de Saint-Exupéry "l’essenziale è invisibile agli occhi".

Luisa Ferrero ha scritto 104 articoli: