GrendelEdita da Panini Comics, è partita in questi giorni la serie a fumetti dedicata a Grendel, personaggio partorito dalla brillante mente (e matita) di Matt Wagner (qui a fianco la copertina del numero 0). Si tratta di una serie complessa, il cui protagonista è l’incarnazione del male assoluto. Da un lato si ispira a figure della letteratura noir o del fumetto europeo, come Diabolik, ma dall’altro ha finito per diventare una riflessione filosofica sul male e sulla violenza.
È una serie che, a fasi alterne e con pause nella sua storia editoriale, prosegue da trent’anni. Narrativamente, invece, Grendel segue una serratissima continuity interna che si snoda per migliaia di anni di storia (ogni epoca ha avuto il suo Grendel).
Una serie che sicuramente resta legata al periodo della sua genesi, gli anni 80, e ruota tutta intorno alla cultura pop di quei tempi, e al fermento culturale che ha dominato quel decennio.
Il Diavolo nelle azioni per esempio, è del 1986, anno fondamentale dell’industria del fumetto statunitense (sono gli anni del cosiddetto Rinascimento americano per i fumetti e di quegli anni sono anche Watchmen di Alan Moore e Il Ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller).
Nel volume 0, volumetto di circa 50 pagine contenente Devil By the Deed HC, The Nasty Lil’ DevilGrendel: Red, White and Black #1), ci troviamo di fronte a qualcosa a metà fra romanzo e fumetto, con molte parti testuali inserite in quadri astratti in cui si ripercorre la storia di Grendel fino all’epilogo; in appendice, poi Il diavoletto cattivo, illustrato da Jill Thompson, che va a ripercorrere gli eventi di Il Diavolo nelle azioni dal punto di vista di Stacy Palumbo, una delle vittime dei fatti legati all’uscita di scena di Grendel.
A seguire, nelle pagine di Vivat Grendel!, approfondimenti che seguiranno per tutta la serie con interventi degli stessi autori che sveleranno particolari inediti o poco noti sulla storia del Diavolo, a cominciare dal demiurgo Matt Wagner in persona, presente con un intervento nel redazionale del volume 1 (Ecco il Diavolo).
Panini Comics ci ripropone così l’intera epica di Wagner in dieci volumi che comporranno l’edizione completa e che sicuramente faranno felici gli estimatori di quest’opera.
Io vi consiglio di spendere 3€ per dare un’occhiata al numero 0, sono sicuro che saranno ben investiti.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: