Colin Dexter scrittore britannico serie Ispettore MorseCon La morte mi è vicina Sellerio è ormai vicina alla riproposta completa dei romanzi che compongono la serie dell’ispettore Morse, e Thriller Café ha pensato di festeggiare l’occasione proponendovi la biografia e bibliografia italiana di Colin Dexter.

L’ispettore Morse nasce un po’ per caso e un po’ per noia, per colpa del tempo orrendo durante una vacanza in Galles, ma prima di dilungarci su uno dei personaggi più noti del poliziesco inglese cerchiamo di capire qualcosa in più sul suo creatore.

La vita di Colin Dexter

Colin Dexter nasce a Stamford il 30 settembre 1930, figlio di Alfred e Dorothy Dexter. Suo padre ha un garage e una piccola compagnia di taxi, ma nella famiglia è forte l’amore per la letteratura e le lingue, al punto che anche John, il fratello più grande di Colin, diventerà insegnante di lingue classiche, proprio come lui.

Dopo aver ottenuto una borsa di studio per la Stamford School e in seguito a un periodo di servizio presso il Royal Corps of Signals, Colin Dexter si laurea a Cambridge e comincia a insegnare greco e latino presso varie scuole superiori, posizione mantenuta fino a metà anni Sessanta, quando la sua sordità peggiora al punto da costringerlo a ripiegare su incarichi amministrativi all’Università di Oxford, posizione che manterrà fino al suo pensionamento.

Colin Dexter si è sempre pensato e dichiarato insegnante e non scrittore, e anche le sue prime pubblicazioni riflettono questa concezione, trattandosi di manuali scolastici.

La nascita della serie dell’Ispettore Morse

Il punto di svolta arriva, come abbiamo preannunciato, in maniera del tutto casuale. Colin Dexter è in vacanza con la famiglia nel Galles, il tempo è inclemente e le piogge li costringono al chiuso: lettore accanito, Colin divora tutto quel che è disponibile, compresi due romanzi thriller.

Evidentemente poco soddisfatto dalla qualità degli stessi, il professore si mette al lavoro e in poco tempo partorisce Last Bus to Woodstock (L’ultima corsa per Woodstock, 1975 – Longanesi, 1988, quindi Il Giallo Mondadori n. 2620, 1999 e infine Sellerio, 2010) e con esso l’ispettore Morse.

Capita spesso che il protagonista di una serie rispecchi alcuni tratti dello scrittore, ma nel caso di Dexter-Morse le somiglianze sono molte: Morse ha una gran passione per la letteratura classica, ama risolvere enigmi, parole crociate e rebus, ascolta Wagner e ha un debole per la birra.

Persino il cognome, Morse, così come quello della sua spalla, Lewis, ha stretti legami con la vita di Colin Dexter, visto che lo scrittore era abituato a partecipare a un concorso di enigmistica dell’Observer, concorso che veniva spesso vinto da Sir Jeremy Morse e dalla signora B. Lewis.

Il 1975 è quindi la data di nascita di una serie che si concluderà nel 1999 e che, oltre a tredici romanzi, annovera anche alcuni racconti più o meno lunghi.
Tredici romanzi che fruttano a Dexter alcuni fra i premi più importanti all’interno del genere: Silver Dagger Award 1979 per Service of All the Dead, Silver Dagger Award 1981 per The Dead of Jericho, Gold Dagger Award 1989 per The Wench is Dead, Gold Dagger Award 1992 per The Way Through the Woods, Premio Macavity per Evans Tries an O-Level e infine il Cartier Diamond Dagger alla carriera nel 1997, al quale occorre sommare una delle onorificenze più importanti nel Regno Unito, l’Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico nel 2000.

Ma il successo delle indagini di Morse non resta confinato sulla pagina scritta e arriva ben presto al tubo catodico dove forse conosce vette anche più alte.

Sono infatti ben 33 gli episodi della serie televisiva ispirata ai romanzi, con molti script originali scritti dallo stesso Dexter: i telefilm andranno in onda ininterrottamente dal 1987 al 2000, con i personaggi principali interpretati da John Thaw e Kevin Whately. La scomparsa di Thaw, nel 2002, segna l’inizio di una nuova serie, dedicata alla spalla di Morse, Robbie Lewis, che viene promosso ispettore e che indagherà per altre sette stagioni.
Non paghi di questi successi, gli autori preparano anche una terza serie, Endeavour: The Origins of Inspector Morse, che riguarda gli esordi del giovane Morse, nel 1965 circa, e i suoi primi casi investigativi.

Il grande successo e i conseguenti guadagni milionari non monteranno mai la testa allo scrittore, che continuerà ad abitare nella sua vecchia casa, a leggere avidamente e a concedersi, come lusso, qualche automobile e vino pregiato.

Il diabete costringerà Colin Dexter a una inattività quasi completa, fatta eccezione per qualche racconto, e lo scrittore spirerà a Oxford il 21 marzo 2017.

Bibliografia italiana di Colin Dexter

In Italia Colin Dexter ha conosciuto una buona fortuna editoriale, con i suoi romanzi che sono stati inizialmente pubblicati da Arnoldo Mondadori Editore e in seguito da Longanesi.

Essendo finiti da tempo fuori catalogo, Sellerio è intervenuta con mossa encomiabile, recuperando e ristampando l’intera serie: nel momento in cui vi scriviamo nel catalogo dell’editore palermitano manca solo l’ultimo romanzo, The Remorseful Day.
Nella bibliografia abbiamo indicato la prima edizione originale e l’edizione Sellerio attualmente disponibile nelle librerie e online.

Serie dell’ispettore Morse

L’ultima corsa per Woodstock (Last Bus to Woodstock, 1975 – Sellerio, 2010)
Al momento della scomparsa la ragazza indossava… (Last Seen Wearing, 1976 – Sellerio, 2011)
Il mondo silenzioso di Nicholas Quinn (The Silent World of Nicholas Quinn, 1977 – Sellerio, 2012)
Niente vacanze per l’ispettore Morse (Service of All the Dead, 1979 – Sellerio, 2012)
L’ispettore Morse e le morti di Jericho (The Dead of Jericho, 1981 – Sellerio, 2013)
Il mistero del terzo miglio (The Riddle of the Third Mile, 1983 – Sellerio, 2014)
Il segreto della camera 3 (The Secret of Annexe 3, 1986 – Sellerio, 2014)
La fanciulla è morta (The Wench Is Dead, 1989 – Sellerio, 2015)
Il gioiello che era nostro (The Jewel That Was Ours, 1991 – Sellerio, 2016)
La strada nel bosco (The Way Through the Woods, 1992 – Sellerio 2016)
Morse’s Greatest Mystery and Other Stories (1993, raccolta di racconti)
Le figlie di Caino (The Daughters of Cain, 1994 – Sellerio, 2017)
La morte mi è vicina (Death Is Now My Neighbour, 1996 – Sellerio, 2018)
Sipario per l’ispettore Morse (The Remorseful Day, 1999 – Il Giallo Mondadori n. 2708, 2000)

Colin Dexter all’Open Library

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter

Inserisci la tua email e riceverai comodamente tutti i nostri aggiornamenti con le novità, le anticipazioni e molto altro.

Articolo protocollato da Elvezio Sciallis

Elvezio Sciallis è stato uno dei più attenti e profondi conoscitori di narrativa e cinema di genere horror. Ha collaborato per molti anni con La Tela Nera e con Thriller Café prima della sua tragica scomparsa nel maggio 2019.

Elvezio Sciallis ha scritto 245 articoli: