E’ cominciato lunedì, e andrà avanti fino a domenica, il XXI Courmayer Noir in Festival, uno degli appuntamenti più importanti dedicati alla letturatura di genere giallo/noir/thriller in Italia. Oltre a ospitare la consueta premiazione del Premio Scerbanenco (quest’anno a contenderselo sono: Gianni Biondillo, I materiali del killer, Guanda; Valerio Varesi, E’ solo l’inizio commissario Soneri, Frassinelli; Donato Carrisi, Il tribunale delle anime, Longanesi; Roberto Costantini, Tu sei il male, Marsilio; Ugo Barbara, Le mani sugli occhi, Piemme), la rassegna vedrà la partecipazione di diverse penne di rilievo nazionale e internazionale. Petros Markaris, insignito insieme ad Andrea Camilleri del Premio Chandler alla carriera 2011, ma anche scrittori del calibro di Lawrence Block, o un curatore come Otto Penzler che ha messo insieme la maggior parte delle Best American Mystery Stories degli ultimi anni.
Insomma, un programma ricco di interventi e conversazioni sicuramente interessanti.
Certo la Valle d’Aosta non è proprio dietro l’angolo, ma se potete andarci non credo vi annoierete. Sul sito della manifestazione, nel caso, potete trovare il dettaglio completo degli incontri.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: