Vicolo cieco - Patricia HighsmithLa nave di Teseo ha da poco ripubblicato, nella collana I delfini-Best Seller, Vicolo cieco di Patricia Highsmith, sempre nella traduzione di Marisa Caramella.

Walter Stackhouse è un giovane avvocato sposato con Clara, una donna nevrotica e distaccata. Per molto tempo il suo matrimonio è stato in pericolo, ma Walter ha cercato in tutti i modi di mantenerlo in piedi, almeno fino a quando non ha deciso di lasciare la moglie per un’altra donna.

Un giorno, però, Clara viene ritrovata morta. Le modalità dell’assassinio sono pericolosamente simili a quelle di un altro omicidio, quello di una donna uccisa dal marito poco tempo prima. Walter si ricorda di quel caso, ne aveva letto sul giornale… il guaio è che se ne ricorda anche la polizia. Le somiglianze tra i due casi e tra le vite delle due coppie cominciano ad essere troppe per non essere notate e, soprattutto, per non risultare inquietanti… Walter è al centro dei sospetti e, come spesso accade a chi avverte la pressione, commette errori gravi che lo fanno crescere le perplessità su di lui, lo allontanano dagli amici e mettono a rischio la sua carriera e anche di più. Con la maestria per cui è nota, Patricia Highsmith gioca a varcare, con i suoi personaggi, la soglia dell’immaginazione. Qual è, infatti, il limite che separa la fantasia dalla realtà? Come distinguere ciò che è sognato, pensato, immaginato, da ciò che è reale?

Pubblicata per la prima volta nel 1954 con il titolo di The blunderer/lament for lover – in Italia per Bompiani nel 1955 -, la storia si snoda in un crescendo di sensi di colpa, ossessione, angoscia, disperazione: il protagonista, Walter, è diviso tra l’intenzione di commettere un crimine e la sua reale commissione. E leggendo questo libro si capisce come calza a pennello la definizione che Graham Greene diede della Highsmith: una vera “poetessa dell’angoscia”, maestra del thriller psicologico che spesso sfocia nel noir.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter

Inserisci la tua email e riceverai comodamente tutti i nostri aggiornamenti con le novità, le anticipazioni e molto altro.

Compra su Amazon

Sconto di 0,70 EUR
Vicolo cieco
  • Highsmith, Patricia (Autore)

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1650 articoli: