Con un po’ di ritardo, vi segnalo i vincitori degli Strand Critics Award: i finalisti per la categoria “miglior romanzo”, erano:

Down River, di John Hart (Thomas Dunne Books/Minotaur)
The Shotgun Rule, di Charlie Huston (Ballantine Books)
The Strangler, di William Landay (Delacorte Press)
The Watchman, di Robert Crais (Simon and Schuster)
What the Dead Know, di Laura Lippman (William Morrow)

A spuntarla è stata Laura Lippman, già vincitrice di premi Edgar, Anthony, Shamus e Barry Awards. Da segnalare, la presenza in finale di Robert Crais col suo pluripremiato “The Watchman“, e pure di John Hart, fresco vincitore del premio Edgar.

A vincere nella categoria “migliore opera prima”, invece, The Blade Itself, di Marcus Sakey (St. Martin’s Minotaur).

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: