Solo fango - Giancarlo NarcisoSolo fango è il titolo dell’ultimo libro di Giancarlo Narciso: un romanzo che, come tutti quelli editi nella bella collana Verdenero Noir, accende i riflettori sulla tematica dei crimini ai danni dell’ambiente. Lo recensiamo oggi su Thriller Café.

Titolo: Solo fango
Autore: Giancarlo Narciso
Editore: Edizioni Ambiente
Pagine: 271

Trama in sintesi:
Chi ha ucciso chi e perché. Questi le domande a cui deve dar risposta Butch Moroni nello scenario solo all’apparenza rassicurante di Arco e Riva del Garda. Incaricato di trovare una persona sparita nel nulla, Butch viene presto coinvolto in una catena di omicidi in cui nulla è come sembra. Attivisti ambientali impegnati a evitare disastri ecologici, presunti colpevoli e colpevoli dichiarati, vecchi amici e nuovi arrivi, politici corrotti e protagonisti dal passato poco chiaro. E al centro di tutto, una discarica di rifiuti che potrebbe spazzare via interi paesi. Un’indagine tesa che svela un Trentino differente, risucchiato nella melma della criminalità ambientale e degli interessi politici, che pare aver dimenticato duecentosessantotto persone morte venticinque anni fa. In uno scenario tragicamente realistico, tra sospettati eccellenti e inquirenti poco interessati a far emergere la verità. Perché “la verità è la fuori, di fronte agli occhi di tutti. Basta volerla vedere”.

Se andate a spulciare l’archivio di Thriller Café, vi accorgerete che dei romanzi di Giancarlo Narciso mi capita di parlare sempre bene. E con Solo fango non farò eccezione: il libro merita, e ve lo consiglio. Per diversi motivi.
Il primo è perché segna il ritorno in scena di Bruno Butch Moroni, apprezzato protagonista di Sankhara e secondo me da troppo tempo negato ai lettori. Un personaggio da noir purosangue: un uomo vero la cui etica personale si scontra in maniera inevitabile con quella della società.
Il secondo è lo stile di Narciso: diretto, incisivo, senza autocompiacimenti o concessioni alla ricerca dell’effetto. Sentito dove necessario, e giustamente denso di toni accusatori in più di un passaggio.
Il terzo è l’abile sintesi tra la reale vicenda del passato (la strage – parola che uso con cognizione e volutamente; strage, non tragedia, disgrazia o altro – di Stava) e la finzione narrativa del presente.
Il quarto e più importante: la denuncia sociale. In un mix tra romanzo e reportage, Narciso ripercorre con precisione e trasparenza una storia scomoda per molti. La ripercorre nel modo meno gradito, portando alla luce rapporti imbarazzanti della politica non solo con gl’interessi privati delle aziende ma anche con le associazioni che innanzitutto dovrebbero avere a cuore le sorti della loro terra.
Un libro che non è piaciuto a molti, in Trentino, dalla provincia di Trento alla Fondazione Stava ma che piace ai lettori ed è piaciuto molto al sottoscritto.
Se volete avere un’idea degli scempi ambientali che si consumano in Italia, leggetelo. Ci resterete molto male, purtroppo.

Solo fango, di Giancarlo Narciso: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: