sfida-crucialeSfida cruciale è il titolo del nuovo romanzo di Arnaldur Indridason in uscita per i tipi di Guanda e con traduzione di Silvia Cosimini. Riportato come dodicesimo episodio della serie dedicata al commissario Erlendur Sveinsson, che ad aprile avevamo lasciato ferma a Le abitudini delle volpi, questo romanzo in realtà ha per protagonista Marion Briem, futuro superiore di Erlendur alla polizia di Reykjavík.
Lo sfondo della storia è la celebre partita di scacchi tra l’americano Bobby Fischer e il russo Boris Spassky tenutasi a Reykjavik nel 1972, evento che calamitò gli occhi del mondo intero sull’Islanda e la sua placida capitale. Mentre in piena Guerra Fredda USA e URSS si contendono sulla scacchiera ben più che un titolo mondiale, un ragazzo di diciassette anni, Ragnar Einarsson, viene assassinato. Un evento che per gli islandesi in questo momento storico così importante viene rapidamente superato. Ma l’assurdo omicidio è afffidato a Marion Briem. Spinto dal suo profondo senso etico e dalla testardaggine figlia di una difficile storia personale e una vita segnata dalla solitudine e dalla malattia, Briem si lancia a capofitto nell’indagine, che a poco a poco lo porta a scoprire che un “semplice” delitto è in realtà un tassello di un vero e proprio intrigo internazionale.

Uscito nel 2011 col titolo di Einvígið, Sfida cruciale è un libro che si colloca quindi fuori della serie Erlendur, che Indridason riprende davvero con Reykjavíkurnætur. Le atmosfere e le ambientazioni sono tuttavia le medesime e se avete apprezzato i libri con protagonista Sveinsson probabilmente anche questo vi piacerà. Se volete, potete trovarlo in libreria e online da oggi, 7 novembre 2013.

Sfida cruciale, a cura di Arnaldur Indridason: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: