Torna nelle librerie italiane Juan Gomez-Jurado: dopo Regina rossa (2021) e ad appena pochi mesi da Lupa nera (2022), Fazi editore pubblica Re bianco (Rey blanco), l’ultimo capitolo della trilogia con protagonisti Antonia Scott – l’essere umano più intelligente al mondo – e il suo “scudiero” Jon Gutierrez – ispettore basco tanto imponente quanto tenero. Ne parliamo oggi al Thriller Café.

Antonia Scott non ha tempo. Non che di solito gliene serva molto, ma stavolta ha un nemico potente a contrastarla: l’emozione. Il suo collega ed amico Jon Gutierrez è in grave pericolo e lei e solo lei è la sua unica possibilità di salvezza, perciò il suo cervello perfetto deve valutare l’opzione migliore e non può permettersi distrazioni, anche perché quelli che ormai sono diventati i suoi nemici personali, il misterioso signor White e la perfida Sandra Fajardo, non aspettano altro per colpire. È l’atto finale, dunque, è giunto il momento della resa dei conti: due coppie – Antonia e Jon e Sandra e White – combattono una sfida a colpi di intelligenza ed astuzia. Ma qual è davvero l’oggetto del contendere?

Ci siamo, dunque: è valsa la pena aspettare e credere in questa trilogia. Oggi saranno contenti i lettori di Regina rossa e Lupa nera, la matassa si dipana davanti ai nostri occhi, i nodi vengono sciolti e finalmente abbiamo il quadro completo della vicenda che ha coinvolto Antonia, Jon, Mentor, Aguado, il progetto Regina rossa e tutti noi con loro. Per scoprirlo, però, dovrete armarvi di pazienza, alla camomilla ci pensiamo noi: i tempi di Jurado li conosciamo, è un narratore metodico, attento ai dettagli, ai singoli passaggi, agli incastri, quindi i suoi libri danno sempre l’impressione di essere lenti. Tuttavia non si può dire che in questo terzo volume manchi la tensione: se in Regina rossa qualcosa scricchiolava, c’era voluto molto tempo per la caratterizzazione dei personaggi, per contestualizzare e spiegare il tutto, in Lupa nera il ritmo era già più sostenuto ed il libro molto più scorrevole, qui in Re bianco Jurado si è decisamente divertito. Ha giocato con noi, con la trama, con i personaggi, con buona pace della verosimiglianza, plausibilità o realisticità degli avvenimenti. Il risultato è un libro percorso piuttosto lento nel progredire, sì, ma costantemente percorso da una tensione alta e da repentini colpi di scena ad ogni angolo. Particolare da registrare, ma volendo anche da trascurare: qui accadono davvero cose inverosimili per qualunque persona normale, fosse anche la più intelligente del mondo. Se la veridicità non è così importante quando leggete un thriller, probabilmente potreste apprezzare questa trilogia che matura libro dopo libro.

Ed ora, senza spoilerare il finale (peraltro davvero delirante), cosa accadrà ad Antonia e Jon? Jurado ci lascia, nella postfazione, con un’enigmatica quanto implicita affermazione: “dipende da te”.

Piccola, quanto opportuna precisazione: si sconsiglia caldamente di leggere questo romanzo se non si sono letti i capitoli precedenti. Per comprendere appieno questa storia è necessario conoscere gli antefatti descritti in Regina rossa e Lupa nera.

Sconto di 0,93 EUR
Re Bianco
228 Recensioni
Re Bianco
  • Gómez-Jurado, Juan (Author)