Uno degli aspetti positivi della scrittura è la possibilità di sperimentare. Scrivere “a quattro mani” è senz’altro un’occasione per trovare nuovi stimoli. Di esempi ce ne sono parecchi e spesso le collaborazioni tra autori portano a ottimi risultati. Anche se può sembrare facile (in due si dimezza il lavoro) confezionare un libro scritto in due necessita di una forte sinergia. A volte per modellare un certa scena servono lunghe sessioni di brainstorming, in cui gli autori smussano le loro opinioni fino a trovare la fatidica quadra.

Se la scrittura a “quattro mani” è un terreno piuttosto battuto, quella a “otto mani” vanta meno precedenti. Il raddoppio delle mani a disposizione (e delle teste da mettere d’accordo) raddoppia anche le difficoltà. Ci hanno provato quattro autori italiani scrittori di un genere che definiscono Action Tricolore.

Alessandro Cirillo (nostro collaboratore), Francesco Cotti, Alessio Virdò e Giancarlo Ibba si sono cimentati in un breve romanzo intitolato Ore contate. Lo schema è molto semplice: una scena a testa a rotazione riprendendo da quella precedente, fino alla fine del romanzo. Ore contate è un romanzo d’azione ambientato per le vie di Torino. L’intento degli autori è quello di avvicinare anche i lettori più scettici o non particolarmente affini con il genere.

All’inizio è stato pubblicato a puntate sulle pagine Facebook e Instagram di Action Tricolore. In seguito è stata creata una versione e-book e cartacea pubblicata su Amazon, i cui proventi verranno interamente devoluti in beneficenza.

ORE CONTATE
48 Recensioni
ORE CONTATE
  • Cotti, Francesco (Autore)