Il vincitore del Premio Scerbanenco 2009 è Marco Vichi, con Morte a Firenze.
Vichi era, assieme a Elisabetta Bucciarelli, l’autore che aveva ricevuto il maggior numero di voti da parte della giuria tecnica e quindi la sua affermazione non sorprende di certo. Alla scrittrice milanese e al suo bel Io ti perdono è andata invece una menzione speciale per “l’originalità della scrittura e la profondità psicologica dei personaggi”.

Gli altri finalisti, ricordo, erano:
– Donato Carrisi, con Il suggeritore, Longanesi
– Ugo Barbàra, con In terra consacrata, Piemme
Maurizio De Giovanni, con Il posto di ognuno, Fandango

Per chi volesse conoscere un po’ meglio Vichi, segnalo una bella intervista a cura di Alessandra Buccheri.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: