Kurt Wallander non comparirà più in nessun romanzo. Ad annunciarlo è stato il suo creatore Henning Mankell, che ha deciso di mettere fine alla serie del suo fortunato personaggio con il prossimo The Worried Man, dieci anni dopo Prima del gelo, ultima sua avventura edita finora, e diciotto dopo il suo esordio in Assassino senza volto.
Wallander è stato sicuramente un personaggio importante nella letteratura poliziesca, e a molti fan probabilmente mancherà. Ma ormai Mankell ha deciso di mandarlo in pensione per sostituirlo con Birgitta Roslin, comparsa recentemente ne Il cinese. In realtà, l’idea di partenza era stata quella di sostituire al problematico detective sua figlia Linda, già introdotta in Prima del gelo, ma i propositi dello scrittore svedese sono cambiati dopo il tragico suicidio di Johanna Sällström, l’attrice che recitava la sua parte nella serie TV tratta dai romanzi. La morte della giovane l’ha reso incapace di scrivere ancora di quel personaggio, e poco dopo è nata appunto Birgitta Roslin, destinata a diventare la protagonista della prossima serie di libri.
Wallander esce così definitivamente di scena, e ThrillerCafé lo saluta per ora con tutti gli onori dovuti a un’icona del genere, nell’attesa che la sua ultima apparizione si manifesti anche in Italia per il commiato finale.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: