epidemiaVi dicevamo qualche giorno fa del nuovo romanzo di Arne Dahl (Brama) e torniamo oggi in Svezia con un volume in uscita per i tipi di Einaudi: L’epidemia, di Per Wahlöö. Conosciuto soprattutto per la serie di romanzi scritti in coppia con la moglie Maj Sjöwall e con protagonista il commissario Martin Beck, editi negli anni settanta da Garzanti e quindi ripresi a partire dal 2005 da Sellerio, Wahlöö ci ha lasciato anche una vasta produzione di opere scritte per conto proprio, la cui edizione italiana è cominciata però solo nel 2012 con Delitto al trentunesimo piano, pubblicato ancora da Einaudi.

L’epidemia è come il precedente incentrato sulla figura di Jensen, trattenuto all’estero per tre mesi a causa di un delicato intervento chirurgico. Ora che si è rimesso, il commissario è però bloccato fuori patria a causa di un’epidemia mortale che si è inspiegabilmente diffusa a macchia d’olio. Lo stesso governo è fuggito dopo gli infruttuosi tentativi di fermarla. Da un Paese confinante, alcuni ministri gli chiedono di appurare le cause del contagio, e lui si ritrova al cospetto di qualcosa di molto prossimo a un apocalisse: non c’è cibo, acqua ed elettricità e i sopravvissuti si barricano in casa. Per le strade è un continuo via vai di ambulanze a caccia d’infetti. Per il commissario ci sono solo tre giorni per risolvere il caso; tre giorni per capire che il virus piú letale si annida, sempre, nel cuore umano.

Uscito originalmente nel 1968 come Stålsprånget, L’epidemia è un romanzo che miscela detective story e distopia: se le contaminazioni (di genere, stavolta) vi piacciono, non lasciatevi sfuggire questa nuova traduzione di uno dei veri maestri del giallo scandinavo.

L’epidemia di Per Wahlöö: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: