shamus awardAnche quest’anno la Private Eye Writers of America attribuirà i suoi tradizionali Shamus Award ai migliori romanzi incentrati su detective privati e qui al  Thriller Café teniamo come sempre d’occhio i grandi premi internazionali. Senza la presenza di Reed Farrel Coleman, dominatore delle ultime due edizioni, comunque, il pronostico mi pare stavolta più difficile. Tenendo conto che i cinque nominati per il 2010 sono:
The Silent Hour, Michael Koryta (Minotaur/St. Martin’s)
Where the Dead Lay, David Levien (Doubleday)
Locked In, Marcia Muller (Grand Central)
Schemers, Bill Pronzini (Forge)
My Soul to Take, Yrsa Sigurdardottir (William Morrow)

senza sapere granché sui romanzi citati, potrei solo sparare “a naso”, ma proviamoci lo stesso. Per quanto s’è visto ultimamente, Koryta si sta facendo apprezzare, ma non so perché mi viene da dire Levien (di cui abbiamo parlato proprio questa settimana)…
E voi avete qualche pronostico da fare?

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: