La scelta - Viveca Sten: i Misteri di Sandhamn vol 7

Torna in libreria la coppia feticcio Nora Linde e Thomas Andreasson, nel romanzo forse più teso e riuscito di Viveca Sten.

Mina è in una situazione pericolosa, bloccata in una relazione tossica con un uomo estremamente violento e con un bambino piccolo a cui pensare: e Andreis Kovač non è un uomo qualsiasi, ma un criminale elusivo e potente che, immigrato dalla Bosnia da bambino, si è fatto strada nella malavita svedese. Mina è però in possesso di prove che potrebbero incastrarlo per evasione fiscale e mettere fine al suo impero illegale, e con questo liberarla da una vita di abusi. Ma sarà sufficiente?

Mina entra così nel programma di protezione speciale e trova riparo con il suo bimbo in una casa-famiglia su un’isola dell’arcipelago: ma forse nemmeno lì Mina potrà trovare la sicurezza, e tocca a  Nora Linde e Thomas Andreasson difenderla dalla ferocia del marito.

Fin dalle prime pagine di questo bel romanzo di Viveca Sten si avverte un forte senso di tensione, quel tipo di tensione che vive con ogni probabilità ogni donna abusata da un marito violento, quella generata dal pensiero che un minimo pretesto – un piatto cucinato male, un oggetto fuori posto, miserabili alibi degli abusanti – possa trasformarsi in un pericolo forse anche mortale.

Ne sono piene le cronache, e la vicenda di Mina non può che toccare nel profondo il lettore: ma la Sten non perde mai di vista la natura del romanzo, che non perde mai di tensione narrativa e, anzi, regala momenti di autentica adrenalina nel tentativo di  Nora Linde e Thomas Andreasson non solo di salvare Mia ma anche di mettere dietro le spalle un boss malavitoso di alto livello con lo stesso metodo che mise fine all’impero di Al Capone, con la condanna per reati fiscali.

Il racconto delle vicende di Mia, delle difficoltà per una donna di essere tutelata anche in una società che garantisce un welfare amplissimo, si inserisce però in un ritratto ad ampio respiro che la Sten dedica ad una Svezia in crisi di identità, che ha luoghi idilliaci come Sandhamn – dove la Sten ha creato la serie di grande successo dedicata a Linde e Andreasson – ma ha anche periferie violente, dove la gente fatica ad arrivare a fine mese e deve fare i conti con la piccola e grande criminalità organizzata e l’impatto sia sociale che culturale dell’immigrazione.

Ne esce un ritratto probabilmente più disincantato e realistico di questo grande Paese del Nord, che è lo scenario perfetto per l’ascesa di  Andreis Kovač: il racconto dell’infanzia di  Kovač è un po’ il racconto della nascita di un criminale, raccontando di un bambino che porta segni indelebili di una guerra, e che in paese di grande risorse vede – nel modo peggiore possibile – una possibilità di affermazione. La guerra ha però eroso i limiti morali, e la violenza è un modo di rapida ascesa in un paese che – in un certo senso – viveva un’utopia socialdemocratica di accoglienza e non aveva maturato gli anticorpi sufficienti per arginare l’avanzata delle nuove mafie.

La scelta è un thriller psicologico intenso, che ha però un ampio respiro nel saper calibrare la vicenda privata di Mia con un racconto di contesto molto complesso e attento: è una storia di solidarietà femminile, di disillusione, di storie criminali più grandi dei protagonisti che le vivono. Il ritmo è tipico del noir nordico, ma la Sten ha dalla sua la sicurezza di chi ha creato una delle serie più amate e solide, quella di I misteri di Sandhamn, arrivata al suo settimo capitolo. Un romanzo che lascia un velo di amarezza e malinconia, ma sicuramente un’ottima prova per Viveca Syen.

Viveca Sten è oggi tra le autrici scandinave di genere di maggior successo internazionale, con milioni di copie vendute in ben cinquanta paesi. Vive a nord di Stoccolma e tutte le volte che può si trasferisce nell’arcipelago, sull’isola di Sandhamn, dove la sua famiglia possiede una casa da generazioni. La scelta fa parte serie dei Misteri di Sandhamn, con protagonisti Thomas Andreasson e Nora Linde, da cui è stata tratta anche una serie tv seguita da ottanta milioni di persone nel mondo.

Compra su Amazon

Sconto di 1,10 EUR
La scelta
  • Sten, Viveca (Autore)

Articolo protocollato da Marina Belli

Lettrice accanita, appassionata di rugby e musica, preferisco – salvo rare eccezioni – la compagnia degli animali a quella degli umani. Consumatrice di serie TV crime e Sci Fy, scrittrice fallita di romanzi rosa per eccesso di cinismo e omicidi. Cittadina per necessità, aspiro a una vita semplice in montagna o nelle Highland scozzesi (a condizione che ci sia una buona connessione).

Marina Belli ha scritto 135 articoli:

Libri della serie "I Misteri di Sandhamn"

La scelta – Viveca Sten

La scelta – Viveca Sten

Torna in libreria la coppia feticcio Nora Linde e Thomas Andreasson, nel romanzo forse più teso e riuscito di Viveca Sten. Mina è in una situazione pericolosa, bloccata in una relazione tossica con un uomo […]

Ritorno all’isola – Viveca Sten

Ritorno all’isola – Viveca Sten

Ritorno all’isola è il quarto capitolo della serie dei Misteri di Sandhamn di Viveca Sten, pubblicata in 25 paesi e dalla quale è stata tratta una serie televisiva – Omicidi a Sandham – seguita da […]