l.a. confidential - james ellroy

The Demon Dog of American crime fiction, così è stato definito James Ellroy, colui che si è autoproclamato “maestro della fiction” e ha dichiarato in una intervista al NY Times: “Sono il più grande scrittore di crime fiction che sia mai vissuto. Io sto al romanzo criminale come Tolstoj sta a quello russo e Beethoven sta alla musica.”
Un po’ megalomane? Probabilmente sì, ma è indubbio che Ellroy sia uno dei maggiori scrittori di genere in circolazione, autore dallo stile personalissimo, fotografo impietoso dell’America più marcia e corrotta.
L’incipit di oggi è quello di L.A. Confidential, terzo titolo del cosidetto “L.A. Quartet”.

Un motel abbandonato ai piedi delle colline di San Berdoo. Quando Buzz Meeks arrivò, aveva con sé novantaquattromila dollari, nove chili d’eroina pura, un fucile a pompa calibro 12, una 38 special, una 45 automatica e un coltello a serramanico che aveva comprato da un pachuco alla frontiera, un momento prima di accorgersi dell’auto parcheggiata proprio sulla linea di confine: gli scagnozzi di Mickey Cohen in una macchina senza insegne della polizia di Los Angeles, e lì accanto in piedi un paio di poliziotti di Tijuana, pronti ad alleggerirgli le tasche e a scaraventarlo nel fiume San Ysidro.

Ci scommettereste un centesimo sulla pelle di Buzz Meeks? Non credo, ma per sapere con sicurezza che fine farà, non potete che leggere il romanzo.

Compra su Amazon

Sconto di 0,78 EUR
L. A. Confidential
8 Recensioni
L. A. Confidential
  • Ellroy, James (Autore)

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: