Il sogno di volare LucarelliDopo diversi anni di silenzio letterario, durante i quali si è soprattutto diviso tra radio e tv, torna in libreria Carlo Lucarelli, con il nuovo romanzo, Il sogno di volare.
Protagonista, Grazia Negro, l’eroina a cui forse deve di più, già al centro del bestseller Almost Blue. Cacciatrice di serial killer, Grazia è diventata madre, in una Bologna che in dieci anni è cambiata tanto, in cui ovunque si sono infiltrate le mafie. Piccoli e grossi crimini, in città. E alcuni peggiori di altri. Un nuovo assassino semina morte tra la strade. Il Cane. Rabbioso, come il romanzo intero, voce della rabbia di oggi. Assoluta e senza rimedio. E allo stesso tempo dei sentimenti, delle solitudini, dell’incertezza di questi giorni.

Importante per l’opera, tanto da dare il titolo al libro, è la canzone di un cantatutore di nome Andrea Buffa, Il sogno di volare, appunto. Lucarelli stesso a riguardo dice: “Una delle canzoni con il testo narrativamente piú bello che abbia mai sentito. È una delle canzoni che il killer del romanzo sente e che gli scatenano la rabbia”.

Riguardo al Cane, invece, come riporta un interessante articolo su Il Fatto Quotidiano, Lucarelli dice:

L’ho sentito ringhiare il mio personaggio, ecco perché l’ho chiamato il Cane. Lui fa così, si sceglie la parte più vicina – di un grosso problema – da azzannare. Per esempio, riguardo la canzone di Buffa il mio Cane non avrebbe avuto la lucidità di risalire all’imprenditore che ha fatto lavorare senza sicurezza il lavoratore dell’incidente, e men che meno di individuare l’associazione a delinquere che ha vinto truccando quell’appalto. Lui vendica un disperato sbranandone un altro; avrebbe ucciso il “caporale” che ha trovato quel lavoratore e lo ha messo sull’impalcatura.

“Il sogno di volare” esce l’11 giugno, per i tipi di Einaudi: se avete a lungo atteso il ritorno alla scrittura di Lucarelli, il momento è finalmente arrivato.

Il sogno di volare, di Carlo Lucarelli: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: