ispettore-morsePer tutti gli amanti della crime fiction inglese, apriamo la settimana del Thriller Café con una bella “novità”: Sellerio ha appena pubblicato un volume che raccoglie i primi romanzi di Colin Dexter con protagonista l’ispettore Morse. I primi casi dell’ispettore Morse racchiude quindi: L’ultima corsa per Woodstock (1975), Al momento della scomparsa la ragazza indossava (1976) e Il mondo silenzioso di Nicholas Quinn (1977), tutti e tre già pubblicati dall’editore siciliano tra il 2010 e il 2012 dopo le uscite, anni prima, nel Giallo Mondadori. L’arrivo in Italia di Endeavour Morse, che in Gran Bretagna già era ben noto anche grazie a una fiction televisiva iniziata nel 1987 e trasmessa fino al 2000, era datato infatti 1990, quando il numero 2173 della collana da edicola Mondadori propose per la prima volta l’ottavo romanzo della serie (The Wench Is Dead) con il titolo de Questione di metodo, seguito negli anni successivi da quasi tutti gli altri, con ordine però incomprensibile (8, 2, 6, 7, 9, 10, 11, 12, 5, 1, 3, 4, 13).
A partire dal 2010, Sellerio ha cominciato a rimettere ordine con edizioni con nuova traduzione (Luisa Nera) e finora siamo arrivati all’episodio 5 (L’ispettore Morse e le morti di Jericho).
Questo volume da 800 pagine uscito il 28 novembre è quindi un’occaasione per rimediare per tutti quanti si siano persi le prime avventure di Morse, ispettore che non so se sia il più amato d’Inghilterra ma che è sicuramente uno dei più eruditi, appassionato di Wagner, esperto di enigmistica e profondamente britannico nel suo senso of humor.
Se non sapere quale libro regalare o regalarvi per Natale, I primi casi dell’ispettore Morse potrebbe essere quello ideale.

I primi casi dell’ispettore Morse, di Colin Dexter: acquistalo su Amazon!

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter

Inserisci la tua email e riceverai comodamente tutti i nostri aggiornamenti con le novità, le anticipazioni e molto altro.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1649 articoli: