Giallobirra 2017 ottava edizioneE con l’edizione di Giallobirra 2017 siamo arrivati, se non abbiamo sbagliato i conti, all’ottavo anno di questo concorso per racconti gialli, tanto particolare quanto unico nel suo genere.

La regola principale per partecipare è sempre la stessa: produrre un racconto giallo (o noir, crime, poliziesco, thriller e territori confinanti) nel quale la birra giochi, in qualche modo, un ruolo importante.
E quindi no, non basta inserire in un vostro racconto una scena nella quale due personaggi bevono qualche bicchiere della bionda bevanda.

Il racconto in questione dovrà essere inedito e non potrà superare la lunghezza di dieci cartelle standard, ovvero pagine di 30 righe, carattere Times New Roman, corpo 12.
A confronto con tanti altri concorsi che propongono regolamenti complessi, di più pagine e in caratteri minuscoli, Giallobirra 2017 setta poche, semplici e precise righe che potete consultare sul sito ufficiale della manifestazione.

Continua a sorprendere, di anno in anno, la partecipazione numerosa e agguerrita, che rende Giallobirra 2017 un appuntamento sempre più interessante nel panorama dei concorsi italiana di narrativa di genere.
La sorpresa non è certo legata all’alto numero di adesioni, frutto di un lavoro serio nel corso degli anni, quanto al fatto che così tanti scrittori, più o meno esperti, più o meno esordienti, riescano puntualmente a inventarsi qualche crimine o mistero che coinvolge, in modo spesso originale e intrigante, l’amata birra.

L’edizione 2016, le cui premiazioni si sono tenute a Perugia, ha segnalato su tutti Antonio Garosi di Montepulciano (SI), primo classificato con “La nuova Birra”, mentre all’onorevole secondo posto abbiamo trovato Benedetto Mortola di Camogli (GE), con “Un altro boccale di Birra”.

Il termine per l’invio degli elaborati si avvicina e non avete molto tempo per concentrarvi sulla birra: i racconti dovranno infatti essere inviati entro e non oltre il 31 ottobre 2017.

Per maggiori informazioni sulle modalità di invio e per consultare il regolamento per esteso, vi invitiamo a visitare il sito ufficiale del concorso.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: