24: Legacy24: Legacy è uno dei serial più attesi nel 2017 nonostante il fatto che Kiefer Sutherland non vestirà più i panni del protagonista: il notissimo Jack Bauer lascia spazio a un nuovo personaggio, ma Sutherland rimane comunque a bordo di questo progetto ricoprendo il ruolo di produttore esecutivo.

24: Legacy è stata concepita da Manny Coto ed Evan Katz e consta di un episodio “zero” che inquadra quanto accaduto in precedenza al protagonista per poi passare a dodici episodi che seguono il trascorrere in tempo reale dell’azione, per dodici ore.

Il primo dei dodici telefilm verrà trasmesso negli USA da Fox domenica 5 febbraio, dopo il Super Bowl, e da lì la serie si sposterà ogni lunedì sera, sempre su Fox.

Protagonista di 24: Legacy è Eric Carter (Corey Hawkins), un ranger dell’esercito specializzato in operazioni ad alto rischio, e l’evento accade circa tre anni dopo quanto accaduto in 24: Live Another Day, con ambientazione a Washington.

Nel preambolo lo vediamo infatti partecipare alla missione per uccidere lo Sceicco Ibrahim Bin-Khalid, un letale terrorista di matrice islamica. L’operazione è condotta con successo ma i problemi cominciano quando Eric, insieme al resto della squadra, torna negli USA.

I vari membri del team vengono assassinati uno a uno da terroristi che intendono vendicarsi della morte dello sceicco ed Eric riesce a stento a salvarsi, insieme a sua moglie Nicole (Anna Diop), da un attentato che li colpisce a casa. Ora è un uomo in fuga ma trova un valido aiuto in Rebecca Ingram (Miranda Otto).

La donna aveva abbandonato tempo prima la posizione di capo della CTU, la Counter Terrorist Unit, per aiutare nella campagna presidenziale di suo marito, Donovan (Jimmy Smits), ma ora è pronta a tornare in azione.
Eric e Rebecca scopriranno quindi la presenza di una rete molto ben organizzata di islamici radicalizzati che sta per dare il via a quello che sembra essere il più grande attacco mai condotto su suolo statunitense.

Fra gli attori ritroveremo volti noti quali quelli di Carlors Bernard che interpreterà nuovamente Tony Almeida, mentre Teddy Sears ricoprirà ancora il ruolo di Keith Mullins, che un tempo era il vice di Rebecca Ingram e ora comanda il CTU.
Ashley Thomas sarà Isaac Carter, fratello di Eric.

La scommessa principale di 24: Legacy sarà quella di dimostrare che 24 è realizzabile anche senza Kiefer Sutherland e, nonostante la grande stima che nutriamo per questo attore, ci sembra che si tratti di una scommessa che è possibile vincere.

Questo grazie alla presenza di Corey Hawkins, attore ventottenne che recentemente ha avuto una buona esposizione sia sul grande schermo con Straight Outta Compton, nel quale ha interpretato Dr Dre, sia su quello domestico: molti fra voi lo riconosceranno come Heat da The Walking Dead. Fra i film futuri in cui comparirà Corey Hawkins c’è da segnalare perlomeno Kong: Skull Island.

I creatori, conoscendo le sue caratteristiche di attore, gli hanno affidato un protagonista diverso da Jack Bauer per metodi e attitudine: il suo Eric non ha infatti che la capacità di pianificazione e la sottigliezza di Bauer ma è abituato all’azione e sa reagire prontamente alle situazioni di pericolo.

24: Legacy potrebbe dare il via a vari tipi di sperimentazione narrativa e potrebbe dar vita a una successione di stagioni che si connotano per il mantenere fisse alcune figure secondarie, in particolare per quanto riguarda la CTU, ruotando di volta in volta l’agente protagonista.

La serie è prodotta da Howard Gordon, Manny Coto ed Evan Katz e fra i registi dei vari episodi, la cui lista completa non è stata ancora rivelata, troviamo Jon Cassar e Stephen Hopkins.
Vi lasciamo con una featurette in inglese che svela qualche elemento della produzione.

Appuntamento USA su Fox a partire da domenica 5 febbraio 2017 per passare dodici ore dentro il mondo di 24: Legacy.

 

Articolo protocollato da Redazione

All'account redazione sono assegnati gli articoli scritti da collaboratori occasionali del sito: poche apparizioni, ma stessa qualità degli altri.

Redazione ha scritto 565 articoli: