Inizia un paio di settimane dopo la conclusione dell’indagine precedente, quella “Dolce da morire”, e già c’è occasione per Olga Peroni Cazzaniga di andare a rompere l’anima al povero Franco Reali, investigatore privato milanese singolone e belloccione.

Il reato che fa da trigger alla nuova avventura dei due è tanto comune nella vita quanto inusuale in letteratura: un furto, per giunta in villa, in Brianza. Come dire, tagliare e sopire, sopire e tagliare perché il Manzoni la sapeva lunga e i CC di Besana lo emulano spesso, ad esempio facendo rinunciare il derubato alla notifica dell’avviso di richiesta di archiviazione, tanto…

Il Nero, nato come comprimario, qui sboccia vivido tra le righe del romanzo, te lo puoi immaginare come un wrestler biondo, strizzato in una tuta di pelle, ma dal cuore sensibile persino al fascino di Olga, che nella sua testardaggine, ficcanasaggine e tondità a sua volta si mostra con maggiori sfumature, persino nelle delusioni e nelle malinconie.

Con Tutta colpa di Chopin, i “Pastardi”, coppia scrivente rodatissima da anni di Milanonera e da ormai vari volumi scritti (il terzo, come hanno detto in puntata a Risolto Giallo, è già pronto anche se non fa parte di questa saga) tornano a far ridere – la scena della Frau al cimitero accompagnata dal nerd merita il palmares dell’antistress- ma in modo british, abrasivo, sarcastico.

La grande protagonista Olga veste la corazza dell’ironia per proteggersi ancora, ma almeno al lettore mostra a tratti il fianco.

E nel prossimo? Potrebbe arrivare la terza sorella…  

Compra su Amazon

Sconto di 0,85 EUR
Tutta colpa di Chopin
  • Aicardi, Cristina (Autore)

Articolo protocollato da Alessia Sorgato

Alessia Sorgato, classe 1968, giornalista pubblicista e avvocato cassazionista. Si occupa di soggetti deboli, ossia di difesa di vittime, soprattutto di reati endo-famigliari e in tema ha scritto 12 libri tra cui Giù le mani dalle donne per Mondadori. Legge e recensisce gialli (e di alcuni effettua revisione giuridica così da risparmiarsi qualche licenza dello scrittore) perché almeno li, a volte, si fa giustizia.

Alessia Sorgato ha scritto 106 articoli: