daniel kallaLo confesso: è da tempo che mi trastullo con l’idea di scrivere un thriller, ma ancora non ho cominciato. Il fatto è che sono incontentabile e se l’idea non è vincente evito di perdere tempo. Intanto però, mi attrezzo: leggo tanti romanzi di genere, e cerco di ascoltare i consigli degli altri. Nel corso del tempo ho cercato in giro un po’ di suggerimenti, che un po’ alla volta condividerò con voi. Dopo le dieci regole di Brian Garfield, vi propongo alcune dritte di Daniel Kalla, autore canadese con all’attivo diversi medical thriller e sbarcato da poco anche in Italia con “On writing“, che dice: “la seconda bozza è la prima meno il 10 percento”. A questo aggiunge ciò che gli fu raccomandato in un corso di sceneggiatura: “Entra tardi, ma lascia la scena presto”.
L’autore commenta così: “Quando siete agli inizi, vorrete essere esaustivi e includere più cose possibili nella storia. Ma a volte accorciare tagliando giusto il 10 percento della prosa o dei dialoghi, o eliminando righi non necessari, fa aumentare la suspense”.

Il miglior consiglio che Kalla può offrire
“Non cercate mai di comandare la storia, lasciate che si comandi da sola. I migliori personaggi che ho mai creato, il miglior dialogo, la migliore svolta narrativa, sono avvenuti in modo casuale, laddove qualcosa in una scena li suggeriva, qualcosa che avevo ideato come secondario diveniva centrale per la storia. Se provate troppo a far entrare un piolo rotondo in un foro quadrato, verrà fuori qualcosa di forzato e artificiale. E’ un’ottima csa scrivere con delle linee guida e uno scopo in mente, ma una volta che avrete iniziato, vedete cosa accade”.

Il miglior consiglio su come iniziare una storia
“Quando iniziai a scrivere, ero preoccupato per la prima frase, il primo paragrafo e anche per il primo capitolo: potevano essere paralizzanti; li vorremmo sempre più perfetti. La gente ha bisogno di zittire il proprio “auto editing”, e concentrarsi sul creare prima, e poi tornare indietro. Se avete abbastanza scrittura alle spalle, diventa più facile individuare quale sia la parte migliore e vedere cosa necessita di essere invece rivisto e cambiato.

Altri suggerimenti arriveranno nella prossima puntata. Intanto, avete trovato qualcosa di utile in questi?

Continua

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: