Paolo Forcellini, giornalista veneziano, torna con uno dei suoi thriller lagunari che tanto appassionano il pubblico. I suoi personaggi, sempre ben caratterizzati, fanno da sfondo ad una Venezia a due facce, affascinate e al contempo pericolosa come una dark lady.

In «Scommessa Mortale» ritroviamo il giornalista dell’Istrice, Alvise Selvadego che si trova ad indagare su un misterioso triplo omicidio. Tutto parte da due cadaveri ritrovati a distanza di poche ore in due canali distinti di Venezia. Da qui si dipana un indagine che vede Selvadego indagare con la sua «morosa» Gaspara Maravegia in una Venezia sconosciuta che riserva continue sorprese tra povera gente, improbabili sette, mondi sommersi e delinquenti di ogni tipo.

Ciò che sorprende della penna di Forcellini è l’incredibile capacità descrittiva dei luoghi e delle situazioni. Selvadego è un personaggio unico nel suo genere, all’apparenza fannullone e poco avvezzo alle regole, ma in realtà dotato di grande intuito e una sorprendente umanità. Il suo rapporto con Gaspara è costantemente in bilico tra l’accesa polemica e la passione profonda, ma i due sono una coppia formidabile quando si tratta di «fiutare la preda».

A fare da «aiutante» a questa coppia poco convenzionale c’è il vicequestore Bastiano Possamai, amante della buona cucina, ma anche un poliziotto vecchio stampo che crede nella legge e nel suo lavoro.

Questi tre personaggi vengono inseriti in un contesto, quello veneziano, che sembra sospeso nel tempo, con i suoi abitanti e le sue abitudini assai distanti da quelli delle altre città italiane.

IL lettore, dunque, viene rapito non solo dall’incalzare dell’indagine, ma anche da usi e costumi veneziani che risultano a loro modo tutt’altro che consoni a chi non conosce la Serenissima e il suo mondo circostante.

Proprio il contesto in cui i personaggi si muovono, finisce per assumere una connotazione fondamentale all’interno del racconto. Questo romanzo, ambientato in un’altra città, non avrebbe lo stesso impatto emotivo sul lettore. Venezia ha il merito di conferire al racconto un’aura ancora più intrigante e misteriosa.

«Scommessa mortale» è un romanzo che racchiude diverse tematiche, non solo gialle. Al suo interno vi è infatti un ritratto della società veneziana moderna, con i suoi luoghi storici e al contempo zeppi di misteri, le sue strade strette, i canali, i suoi pontili e la sua varietà demografica che la rendono un unicum nel panorama internazionale. Per questo il libro è consigliato non solo a chi ama il mistero, ma a chiunque sia interessato a saperne di più su usi e costumi degli abitanti della Serenissima.  

Compra su Amazon

Sconto di 0,80 EUR
Scommessa mortale
  • Forcellini, Paolo (Autore)

Articolo protocollato da Davide Luciani

Appassionato di gialli fin da giovanissimo, mi ci avvicino per «vocazione materna» leggendo tutti i romanzi di Agatha Christie per poi spaziare su tutta la letteratura di questo genere, da quella anglo-americana alla avedese, fino al giallo italiano. Amo le lunghe passeggiate, il mare, le uscite con gli amici e, soprattutto, viaggiare alla ricerca di luoghi e culture diversi per ampliare le mie conoscenze.

Davide Luciani ha scritto 12 articoli:

Libri della serie "Alvise Selvadego"

Scommessa Mortale – Paolo Forcellini

Scommessa Mortale – Paolo Forcellini

Paolo Forcellini, giornalista veneziano, torna con uno dei suoi thriller lagunari che tanto appassionano il pubblico. I suoi personaggi, sempre ben caratterizzati, fanno da sfondo ad una Venezia a due facce, affascinate e al contempo […]

Vipere a San Marco – Paolo Forcellini

Vipere a San Marco – Paolo Forcellini

Immaginate Venezia, il labirinto che sono le sue calli, l’intrigo e l’ispirazione che questi potrebbero suscitarvi in una notte di luna piena. Lo scrosciare lento della laguna, le gondole che si agitano piano al ritmo […]