Non voltarti indietro - Linwood Barclauy
Autore apprezzato anche in Italia, per via soprattutto dell’ottimo Senza dirsi addio, Linwood Barclay ritorna nelle nostre librerie in questi giorni con un nuovo romanzo: Non voltarti indietro.
Edito come sempre da Piemme nella collana Linea rossa, il libro vede protagonisti David e Jan, una coppia che in un pomeriggio d’estate porta il figlio Ethan, di quattro anni, al parco dei divertimenti. Un giorno che dovrebbe essere spensierato e invece si trasforma in un incubo terribile: il tempo che Jan si fermi per allacciarsi una scarpa, e il piccolo Ethan scompare nel nulla. Si tratta di un falso allarme, questo, poiché il bambino viene ritrovato, ma per David non c’è pace: a essere sparita davvero è invece sua moglie Jan. Di lei non c’è traccia nelle registrazioni delle telecamere di sicurezza, e la polizia addirittura è convinta che lui abbia qualcosa da nascondere. Per dimostrare la propria innocenza e ritrovare Jan, David lascia da parte il suo lavoro sul delicato caso di tangenti che stava seguendo per conto del giornale locale e inizia a indagare nella vita della moglie. Tanti sono i dettagli che emergono e che scopre solo ora. E se fosse proprio tra quei segreti che si annidano le risposte che cerca? Solo che ora David non è più così sicuro di volerle conoscere…

Uscito nel 2010 sul mercato anglofono, Non voltarti indietro (Never look away) è stato un romanzo che ha raccolto un significativo numero di consensi tra i lettori, confermando ancora una volta la bravura di Barclay, autore che a suon di belle prove narrative si è conquistato negli ultimi anni un seguito sicuramente meritato.
Se avete già letto qualcuno dei suoi libri precedenti, sapete già cosa aspettarvi; in caso contrario, forse potrebbe essere l’ora di scoprire lo scrittore canadese. Io intanto vi saluto col booktrailer di lancio della versione inglese.

Non voltarti indietro, di Linwood Barclay: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: