Tra le novità thriller di questo periodo, vi segnalo oggi L’invisibile, romanzo d’esordio di Pontus Ljunghill nel nostro paese che esce proprio oggi 18 ottobre 2012. Il volume di questo autore svedese è pubblicato qui in Italia da Guanda, e visto che si tratta di un editore che con gli scrittori del nord Europa ha un buon feeling (basti pensare a Indridason), sono abbastanza fiducioso che si tratti di un’opera di buon valore.
Protagonista della storia è John Stierna, commissario della Divisione anticrimine alla prese con il ritrovamento di un cadavere in un cantiere navale abbandonato di Stoccolma. Gli elementi a sua disposizione per ricostruire i fatti sono molto scarsi: l’assassino non ha lasciato tracce dietro di sé e sfugge immancabilmente alla caccia all’uomo che si è scatenata. Stierna però non si dà per vinto: per anni continua a cercare un omicida che sembra svanito nel nulla. Le strade della capitale svedese si trasformano in un labirinto mentale da cui Stierna non riesce più a trovare una via d’uscita: l’orribile vicenda del cantiere navale diventa un’ossessione che finirà per divorare la sua vita. Venticinque anni dopo, ormai solo e in pensione, Stierna non riesce ancora a darsi pace. Quando un giornalista lo contatta perché sta scrivendo un articolo proprio su quel triste caso, la storia che l’ha visto protagonista sta per chiudersi con un finale amaro e già scritto. Ma il destino ha in serbo la sorpresa più insospettata: d’un tratto una finestra si spalanca sul passato, mentre un altro racconto sta per iniziare.

Essendo Ljunghill un criminologo, immagino che il libro sarà molto preciso negli aspetti tecnici e pratici, ma se volete farvi un’idea anche della scrittura vi riporto questo link a un’anteprima sfogliabile… buona lettura!

L’invisibile, di Pontus Ljunghill: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: