Con L’ipotesi del male, Donato Carrisi riprende a distanza di quattro anni personaggi e ambientazioni de Il suggeritore, il best seller che l’ha fatto prepotentemente conoscere ai lettori italiani e di altri ventidue paesi. Un thriller da molti atteso dopo il cambio di scenario de Il tribunale delle anime e la successiva evasione dal genere de La donna dei fiori di carta che avevano fatto dubitare della possibilità di avere un sequel del romanzo d’esordio. In L’ipotesi del male ritroviamo quindi Mila Vazquez alle prese con i propri demoni interiori e quelli a cui dà la caccia: stavolta, gli Scomparsi.
Forse tutti, in qualche momento della nostra esistenza, abbiamo avuto voglia di scomparire nel nulla, lasciarci tutto alle spalle. Momenti passeggeri, che però per qualcuno restano un’ossessione che divora, fino a che queste persone non scompaiono per davvero, senza lasciare traccia alcuna. E prima o poi li si dimentica. Non esistono più.
Ma se improvvisamente tornassero, e non per ricominciare la vita che hanno interrotto, ma per uccidere? Mila è con loro che si confronta, con quanti tornano dal buio per ammazzare. E per fermarli deve dargli una forma, formulare un’ipotesi convincente, solida, razionale… Un’ipotesi del male.
Ma si tratta pur sempre di una teoria. E per verificarla non ha altra possibilità che consegnarsi al buio.

La data di uscita ufficiale di questo thriller, per Longanesi, è il 29 aprile 2013: se avete apprezzato Donato Carrisi nei suoi precedenti romanzi e in particolare ne Il suggeritore, non mancate di dare almeno un’occhiata al volume. Come antipasto vi lasciamo il booktrailer (e qui un’intervista proprio in relazione alla sua opera prima) .

I libri di Donato Carrisi: acquistali su IBS!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: