Quando un autore come Grisham pubblica un nuovo libro è difficile non darne notizia, fosse solo per il vasto seguito di lettori che possono essere interessati a sapere della nuova uscita. Stavolta però, alla pubblicazione italiana de L’ex avvocato John Grisham arriva anche con un discreto riscontro in termini di apprezzamenti dal pubblico anglofono, il che fa ipotizzare il romanzo possa cogliere buone recensioni anche qui da noi. Insomma, probabilmente non saremo ai livelli de Il socio o de Il momento di uccidere, giusto per citare due titoli tra i 100 migliori libri di crime fiction, ma il livello pare essere buono.
Non avendo ancora letto L’ex avvocato, si tratta solo di un’impressione e potrebbe essere sbagliata, ma se siete amanti del legal thriller date almeno un’occhiata alla trama, che vi riporto qui di seguito.

Vista l’importanza di quanto fanno, le controversie che li circondano spesso, e la gente violenta con cui a volte si confrontano, è da sottolineare che nella storia americana sono stati assassinati solo quattro giudici federali. Il giudice Raymond Fawcett diventa il numero cinque.
Chi è il Ricattatore? E cosa c’entra con la morte prematura del giudice? Il suo nome per il momento è Malcom Bannister. Il suo lavoro: ex avvocato. Residenza corrente: prigione federale vicino Frostburg, Maryland.
Sulla carta, la situazione di Malcom non è certo brillante, ma lui ha un asso nella manica. Sa chi ha ucciso il giudice Fawcett e perché. Il cadavere era stato trovato nella sua casa sul lago. Nessun segno di effrazione, né di colluttazioni. Solo due cadaveri. Il giudice e la sua giovane segretaria. E una cassaforte aperta e svuotata.
Cosa c’era al suo interno? L’FBI vorrebbe tanto saperlo, e Bannister vorrebbe dirglielo. Ma ogni cosa ha un prezzo, specialmetne un’informazione tanto esplosiva come la sequenza di eventi che ha portato alla morte del giudice. E il Ricattatore non è nato ieri.

L’ex avvocato, di John Grisham: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1644 articoli: