la perfezione del maleNoto soprattutto per aver creato Rambo, David Morrell è anche uno scrittore di thriller dalla notevole produzione, valsagli nel 2009 il Thriller Award alla carriera. Oggi su Thriller Café vi segnaliamo il suo nuovo romanzo, dal titolo La perfezione del male, in uscita per Nord con traduzione di R. Zuppet (in precedenza Paragon hotel e Il gioco del tempo erano stati pubblicati da Piemme).
La storia è ambientata a Londra: siamo nel 1811 e a distanza di pochi giorni, due famiglie vengono sterminate nelle rispettive case. Sotto la pressione della popolazione, e nonostante le prove siano solo controverse e indiziarie, viene arrestato un certo John Williams. L’uomo si suicida impiccandosi in prigione prima del processo. Era lui il colpevole? Nessuno lo saprà mai.
Si fa quindi un salto in avanti negli anni, fino al 1854. Thomas De Quincey (scrittore realmente esistito), torna in città dopo il clamore suscitato dal suo scandaloso pamphlet “L’assassinio come una delle belle arti“, in cui aveva lodato la bravura omicida di John Williams. Un libro provocatorio che l’aveva reso famoso ma che ora rischia adesso di costargli caro. Qualcuno ha sterminato un’intera famiglia, replicando fin nei minimi dettagli gli omicidi di quarantatre anni prima. E De Quincey è il principale indiziato non solo della polizia, ma anche dell’opinione pubblica desiderosa di sfogare la propria rabbia contro di lui. Con l’aiuto della figlia e di un giovane investigatore di Scotland Yard, cerca di dimostrarsi innocente attraverso l’unica strada possibile: scoprire chi è il vero assassino. Un killer sfuggente come la nebbia notturna che striscia lungo le strade di Londra.

Uscito in America come Murder as a fine art, questo thriller storico è stato incluso da Publishers Weekly tra i migliori dieci dell’estate 2013 e ha visto i lettori abbastanza concordi nell’esprimere giudizi positivi. Se vi piace l’Inghilterra vittoriana, potrebbe essere il libro giusto per voi.

La perfezione del male, di David Morrell: acquistalo su Amazon!

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1647 articoli: