kaminskyDi notizie brutte qui al ThrillerCafé ogni tanto ci è capitato di darne, purtroppo quasi sempre per la scomparsa di qualche scrittore tra i nostri preferiti. A lasciarci stavolta, dopo Crumley e Westlake, è stato un altro della vecchia scuola, Stuart Kaminsky, autore capace di ingegnose trame e fedeli ricostruzioni storiche, soprattutto della Hollywood degli anni d’oro nella quale bazzicava il suo scalcagnato e ironico Toby Peters.
Vincitore nel 1998 di un Edgar Award per Alba siberiana e Grand Master nel 2006, Kaminsky è stato uno degli autori che più hanno dato al genere, con quasi 50 romanzi (molti dei quali pubblicati in Italia nel Giallo Mondadori e recentemente da Alacran) e diversi saggi.
Al ThrillerCafe rendiamo l’ultimo omaggio segnalando la recensione fatta qualche tempo fa al suo Domani è un altro giorno.

Articolo protocollato da Giuseppe Pastore

Da sempre lettore accanito, Giuseppe Pastore si diletta anche a scrivere e ha pubblicato alcuni racconti su antologie e riviste e ottenuto vittorie e piazzamenti in numerosi concorsi letterari. E' autore (assieme a S. Valbonesi) del saggio "In due si uccide meglio", dedicato ai serial killer in coppia. Dal 2008 gestisce il ThrillerCafé, il locale virtuale dedicato al thriller più noto del web.

Giuseppe Pastore ha scritto 1648 articoli: