Profondo GialloNovembre è un mese ricco di importanti appuntamenti thriller nella nostra penisola e segnaliamo la densissima due giorni di Profondo Giallo, che si terrà in varie location di Piacenza sabato 17 e domenica 18 novembre.

La direzione artistica di Gabriele Dadati ha optato per uno sguardo a 360 gradi sul genere preferito in questo Café e, adottando una soluzione sempre più in voga che ha il grande merito di non concentrare tutti gli appuntamenti in un singolo spazio e di far quindi vivere l’intera città due giorni a tutto giallo.

Cinema, letteratura, fumetti, teatro, musica e fotografia saranno tutti protagonisti in questo fine settimana che colorerà delle fosche tinte del crimine il capoluogo dell’Emilia-Romagna. Spazio a mostre, concorsi letterari, incontri con gli autori, mostra mercato elaboratori creati appositamente per i bambini, andiamo a studiare più da vicino alcuni di questi eventi.

Profondo Giallo 2018: le mostre

Ben cinque le esposizioni che sarà possibile visitare gratuitamente nel corso di Profondo Giallo, tutte concentrate negli splendidi locali di uno degli edifici più belli e importanti della città, Palazzo Farnese.

I luoghi del crimine raccoglie varie fotografie di Paola Dallavalle e Fulvio Guerrieri che catturano le case di alcuni crimini molto noti, mentre Dampyr vi offrirà alcune tavole originali di Nicola Genzianella dedicate al noto personaggio di casa Bonelli.
In Giallo d’autore vi imbatterete nelle foto di scena di alcuni dei maggiori film del genere con titoli quali Vertigo, Psycho o Intrigo Internazionale.
Scena del crimine si concentra su alcuni scatti dell’archivio della Cineteca di Bologna e si torna infine al fumetto con Hellnoir, dedicata alla nota miniserie targata Bonelli, sceneggiata da Pasquale Ruju e disegnata da Giovanni Freghieri.

Profondo Giallo 2018: programma di sabato 17 novembre

Si parte immediatamente con un programma ricco di avvenimenti e incontri: a Palazzo Farnese nella mattina del 17 presentazione di alcuni romanzi quali Lassù all’inferno di Franco Foschi e Maurizio Matrone, Il caso Kellan di Franco Vanni e C’era il mare di Fulvio Ervas.
Si continua quindi nel pomeriggio con Paola Barbato che ci parlerà del suo titolo più recente, Io so chi sei, per arrivare quindi a un incontro con Alberto Savini che ci descriverà il processo creativo dietro i fumetti di indagine di Topolino.
Verso le 17.00 Lucia Tilde presenterà il suo Una sconosciuta e Stefano Tura ci parlerà del recente A regola d’arte.

Altre presentazioni avverranno nei locali della Biblioteca Passerini Landi con Il mistero del doppio ritratto di Klimt di Ermanno Mariani e Cani senza padrone. La Stidda. Storia vera di una guerra di mafia di Carmelo Sardo.
Ci sarà anche l’occasione di incontrare Enrico Bartolini ed Enrico Vanzina, che prima parleranno del saggio Il cinema giallo thriller italiano e quindi introdurranno la visione di Sotto il vestito niente, del 1985.

Spazio anche al teatro, con Nera che porta via di Luciana Maniaci e Francesco d’Amore, mentre a partire da mezzanotte il cinema continuerà a offrire emozioni forte e tinte fosche con la nota e apprezzata “trilogia degli animali” di Dario Argento: L’uccello dalle piume di cristallo (1970), Il gatto a nove code (1971) e Quattro mosche di velluto grigio (1971).

Profondo Giallo 2018: programma di domenica 18 novembre

Domenica non sarà certo da meno e si parte subito alla grande con un incontro con l’impareggiabile Gianluca Morozzi, seguito poco dopo da Flavio Villani che presenterà il suo Nel peggiore dei modi.
A seguire, aperitivo con uno degli autori più interessanti del panorama italiano, Francesco Recami.

L’interesse rimarrà alto anche nel pomeriggio con la biografia Il fabbricante di storie che Cecilia Scerbanenco ha dedicato a suo padre e, strettamente collegata, la presentazione di un inedito del notissimo giornalista e giornalista ucraino naturalizzato italiano, L’isola degli idealisti.

Nel pomeriggio toccherà a Ben Pastor presentare La notte delle stelle cadenti e ci sarà anche spazio per un personaggio a fumetti molto amato da chi predilige determinate atmosfere gialle, Julia, con Giancarlo Berardi e Lorenzo Calza che incontreranno il pubblico.

Non viene dimenticata nemmeno la musica: Piacenza Music Pride di Associazione Kastaproject ha organizzato per le 18.00 il progetto Musiche da brividi, con varie band che suoneranno ognuna un brano inedito ispirato al genere giallo e thriller.
Chiusura su grande schermo con la proiezione, alle 21.00, di Black Tide, diretto da Érick Zonca e con Vincent Cassel e Romain Duris.

Profondo Giallo 2018: concorso letterario

Da segnalare infine un concorso letterario molto diverso dalla media e che metterà a dura prova i partecipanti.
Solitamente nelle occasioni dei festival di genere possiamo assistere alle premiazioni di concorsi, mentre con Turno di notte potremo goderci lo svolgimento dello stesso, in una appassionante corsa contro il tempo.

Organizzato in collaborazione con Officine Wort e Bacchilega Editrice, Turno di notte si svolgerà sabato 17 e assegnerà ai partecipanti un incipit, sulla base del quale dovranno sviluppare un racconto completo durante la notte: una selezione delle opere migliori sarà quindi pubblicata da Edizioni Officine Gutenberg nella collana I Pescegatti.

Per maggiori informazioni, programma completo, orari e località dettagliate potete visitare il sito ufficiale di Profondo Giallo 2018.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla newsletter

Inserisci la tua email e riceverai comodamente tutti i nostri aggiornamenti con le novità, le anticipazioni e molto altro.

Articolo protocollato da Redazione

All'account redazione sono assegnati gli articoli scritti da collaboratori occasionali del sito: poche apparizioni, ma stessa qualità degli altri.

Redazione ha scritto 599 articoli: