Ogni nostra caduta di Dennis LehaneLonganesi pubblica Ogni nostra caduta, l’opera più recente di Dennis Lehane, autore che qui a Thriller Café riteniamo uno dei più interessanti in assoluto e del quale abbiamo atteso con trepidazione questo nuovo romanzo, a ormai cinque anni di distanza dal precedente La legge della notte.

Personaggi.
Questa è la chiave del successo e dell’importanza di Dennis Lehane, che sfrutta i meccanismi del noir e del poliziesco per, utilizzando un’altra formula ritrita dopo quella che ho appena impiegato, “sondare l’animo umano”.
Chi siamo, come reagiamo di fronte a determinate situazioni, come ci formano e cambiano le conseguenze dei nostri gesti e, su tutto, l’interrogativo più divorante: perché?

Perché facciamo quella cosa? Perché alcuni di noi non hanno il minimo problema a uccidere o infrangere la legge e altri non ci riuscirebbero nemmeno sotto pressioni enormi? Perché siamo quel che siamo?
E per capirlo, o meglio, per tentare di capirlo servono personaggi, non trame.

Non che le opere di Dennis Lehane, compresa questa Ogni nostra caduta, siano prive di trame, anzi, ma personaggi ben riusciti, ben creati e studiati riusciranno sempre a salvare una trama ordinaria mentre il contrario, almeno per come la penso io, non accadrà mai.
Ogni nostra caduta è uscito in originale come Since We Fell, ma una volta tanto non è male nemmeno il titolo in italiano, anche perché ci sono parecchie “cadute” in questo romanzo e almeno due, come minimo, appartengono alla protagonista, la sfortunata, tragica e indimenticabile Rachel Childs.
La seguiremo, appunto, mentre cadrà, saremo accanto a lei, ben contenti, quando riuscirà a rialzarsi, senza sapere che è in attesa una caduta ancora più rovinosa, in grado di mettere per sempre in ginocchio chiunque fra noi.
Tranne i più tosti.
O i più folli.

Rachel è riuscita a sopravvivere a una infanzia e adolescenza da incubo, dominate da due enormi ombre, una proiettata da qualcuno di invisibile, l’altra da qualcuno di fin troppo visibile e ingombrante.

Il primo qualcuno è suo padre, che è scomparso, del quale non conosce nemmeno il nome, il secondo è sua madre, narcisa ed egotistica, che non ha mai saputo badare alla figlia e non si è mai fatta problemi a farla sentire incapace e inutile.
Ma tanto inutile alla fine Rachel non è, visto che è riuscita a costruirsi una notevole carriera da giornalista e a sposare un uomo amabile.

Ma per quanti sforzi sia riuscita a fare, rimane una donna incompleta, danneggiata, traumatizzata e angosciata e la rovina è dietro l’angolo, attende solo l’occasione propizia.
Occasione che arriva nel momento più drammatico: un servizio sulle conseguenze di un disastro naturale ad Haiti, un crollo nervoso in diretta, la fine di una carriera.

Rachel si confina, perde il marito, sembra finalmente essere sul serio la persona inutile descritta da sua madre, l’alcol è ormai l’ultima consolazione.
Ma proprio quando la sua esistenza è ormai sui binari della lenta autodistruzione, ecco che il caso le propone l’occasione per rinascere: incontra nuovamente una persona alla quale tempo fa aveva chiesto aiuto, senza successo, per cercare suo padre.
Incontra nuovamente la felicità, il matrimonio, la possibilità di una nuova vita.

O no?
O forse l’aspetta una nuova caduta, così devastante da chiudere per sempre ogni discorso?
Oppure ora Rachel ha forza ed energia per affrontare qualsiasi evento e riuscire a confrontarsi, senza cadere?

Non prolifico come molti dei suoi colleghi, non necessariamente legato a una serie, anzi, le sue cose migliori e di conseguenza i premi ricevuti non appartengono al ciclo di Patrick Kenzie e Angela Gennaro, Dennis Lehane è tornato, ed è un gran bene per il thriller e per la letteratura tutta.

Ogni nostra caduta – Dennis Lehane

Ogni nostra caduta – Dennis Lehane:
Scopri il miglior prezzo online su Amazon
con Prime spedizione gratis in 1 giorno